Provincia e C.E.R.R.I.S insieme per la disabilità Una mostra benefica per sostenere l’attività del Centro

di admin
Oggi, al Loggiato di Frà Giocondo, il presidente Antonio Pastorello ha inaugurato la mostra “Lavori eseguiti da Diversamente Abili che frequentano i Laboratori del C.E.R.R.I.S ".

Erano presenti: Luca Zamperini, consigliere con delega alla Cultura; Mauro Carradori, consigliere con delega ai Servizi Sociali; Maurizio Facincani, direttore Servizi Socio Sanitari ULSS 20; Vincenzo Cesario, dirigente Area Disabili ULSS 20; Mauro Merli, presidente comitato genitori dei ragazzi che frequentano il CERRIS; padre Rodolfo Saltarin, frate cappuccino della chiesa Frati Minori Cappuccini di Villafranca.

La mostra ha lo scopo di informare e creare condivisione sulle problematiche dei ragazzi affetti da disabilità e delle loro famiglie. La Provincia, attenta e sensibile a queste difficili realtà, sostiene il C.E.R.R.I.S che, da anni, si occupa di disabilità con grande impegno. Nell’esposizione sono mostrati i manufatti dei ragazzi e il ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di beni e materiali di uso e consumo.
L’inaugurazione si è conclusa con la benedizione di padre Rodolfo.

Presidente – Pastorello: «Questa mostra è un’opportunità per tutta la città di Verona per toccare con mano la sensibilità di questi ragazzi disabili e delle persone che quotidianamente lavorano con loro. La Provincia è orgogliosa di aver reso possibile questa iniziativa. Vogliamo essere fautori della “politica del mosaico”, ovvero di tutte le buone pratiche che mirano ad includere e a dare ad ogni persona un ruolo sociale. Solo così potremo restituire la dignità a tutti coloro che sono meno fortunati o emarginati dalla nostra società».

Comitato genitori – Merli: «Voglio ringraziare il presidente Pastorello e tutta l’Amministrazione per la disponibilità che ci hanno dimostrato. Occasioni come questa sono importantissime per i ragazzi perché vengono vissute come un momento di contatto con la città. I visitatori e i passanti osservano i manufatti di cui sono capaci i nostri giovani e possono acquistarli attraverso un’offerta libera. Questo contribuisce a renderli parte attiva e a farli sentire utili per la società».

ULSS 20 – Facincani: «A nome della direzione dell’ULSS 20 ringrazio Pastorello e i suoi consiglieri. È importantissima la collaborazione tra gli enti per valorizzare le iniziative del CERRIS. Lo scopo del centro è l’inclusione sociale dei disabili nella comunità, obbiettivo che ha anche una funzione terapeutico-riabilitativa. Inoltre, attraverso le offerte raccolte, il centro riuscirà a finanziare nuove iniziative per valorizzare il lavoro quotidiano dei ragazzi».

Condividi ora!