Heinrich von Kleist (1777-1811) in scena, a cura del Goethe-Zentrum, Verona. Rappresentata l’opera Sul teatro delle marionette, ovvero, Il superamento della forza di gravità.

di admin
Per imparare una lingua, per veramente dominarla, non basta dire “parlo il tedesco” o “parlo l’inglese”, magari con una certa boria, mentre, in verità, si sanno dire solo alcune parole, dopo le quali ‘casca il palco’... La lingua si “conosce” veramente quando si sanno trattare temi d’ogni tipo, senza difficoltà o interruzioni e a fondo,…

Per dominare una lingua, non solo bisogna studiarla con passione e con tenacia, ma occorre anche poter ascoltarla e parlarla in loco per lungo tempo, stando direttamente a contatto della realtà del territorio e del popolo che la parla. Un’ottimo contributo, tuttavia, allo studio ed alla conoscenza della lingua tedesca, creando l’atmosfera adatta a bene apprenderla, tanto nell’espressione che nella perfetta pronuncia, lo propone il Goethe-Zentrum di Verona, info@goethezentrum.org, con la fattiva collaborazione di insegnanti di madrelingua. Il quale, appunto, ricorre a ogni mezzo, adatto ad un apprendimento pratico dell’idioma di Goethe, fra l’altro, anche con rappresentazioni teatrali, proprio in lingua tedesca. Rappresentazioni, che non solo, quindi, sono orientate all’apprendimento linguistico, ma mirano anche ad introdurre lo spettatore e studioso dell’idioma stesso, nella letteratura e nella cultura dei Paesi di lingua tedesca. Il 20 ottobre 2015, infatti, il Goethe-Zentrum ha offerto ai suoi studenti la possibilità d’assistere alla rappresentazione in lingua di un’importante opera del drammaturgo e poeta Heinrich von Kleist. Il cui famoso saggio filosofico Über das Marionettentheater – Sul teatro delle marionette, uscito nel 1810 ed impostato sui concetti di grazia, naturalezza e artificiosità, è giunto a Verona, per poi raggiungere Firenze, Perugia e Roma, in una versione poetica, divertente e graziosa, offerta dal plulripremiato ensemble “Theater des Lachens” o ‘Teatro del Sorriso’ di Francoforte sull’Oder.
Sotto la direzione di Frank Soehnle (Stoccarda), che costruisce e aziona le sue marionette, tre attori/burattinai analizzano e mettono in scena – sottolinea l’annuncio del Goethe-Zentrium – il testo di Kleist. Le marionette, emaciate come sculture di Alberto Giacometti, fluttuano con grazia, mentre gli attori, in costumi neri che richiamano tempi passati, dialogano con loro, rappresentando alternativamente Kleist e i protagonisti del suo saggio. Dal punto di vista visivo e ritmico, ‘Sul teatro delle marionette’, ovvero ‘Il superamento della forza di gravità’, in tre atti, è una delle trasposizioni più ingegnose di dell’opera di Kleist. Uno spettacolo unico, una festa d’illusioni, una dichiarazione d’amore per il teatro delle marionette. Una dimostrazione significativa della bellezza e dell’attualità di questa forma teatrale. Messa in scena: Theater des Lachens, Francoforte sull’Oder; attori: Torsten Gesser, Björn Langhans, Alice Therese Böhm, e regia di Frank Soehnle.
    La rappresentazione ha avuto luogo in una sala affollatissima di giovani e di interessati all’idioma di Goethe e di Kleist, introdotti allo spettacolo, altamente linguistico-culturale, da Ursula Swoboda, presidente del Goethe-Zentrum stesso.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!