L’evento “equa verona”, presso l’ex-Arsenale di Verona.

di admin
28 fra laboratori, incontri, cucina-ristorazione, musica, immagini, con area per bambini, dal 16 al 18 ottobre 2015.

Organizzano la grande manifestazione, ad ingresso gratuito, la ‘Cooperativa Le Rondini’, via Pallone 2/b, bottegaviapallone@rondini.org; le ACLI veronesi, ed “equa verona”, vallisari@gmail.com, tutte con sede nella città scaligera, per dare forza e vitalità all’impegno per un commercio equo e solidale, atto a promuovere giustizia sociale ed economica, per lo sviluppo sostenibile, per il rispetto per l’uomo e per l’ambiente, per la crescita della consapevolezza dei consumatori, per l’educazione, l’informazione e l’azione politica, contrastando modelli economici, che stanno minacciando gli ecosistemi e la biodiversità. Collabora al tutto il ‘Consorzio Ctm altromercato’, www.altromercato.it, che raggruppa 130 organizzazioni non profit, le quali promuovono il commercio equo e solidale. gestendo 350 Botteghe nel mondo. ’Ctm altromercato’ intrattiene rapporti commerciali diretti con 150 organizzazioni di agricoltori ed artigiani di America latina, Asia, ed Africa, garantendo l’importazione dei relativi prodotti a prezzi equi, che permettaìono una retribuzione dignitosa del lavoro impiegato nella produzione; assicura continuità nei contratti; concede finanziamenti anticipati degli ordini e sostiene progetti d’autosviluppo sociale e di tutela dell’ambiente, www.altronmercato.it. Premesso quanto sopra, la rassegna “equa verona” – ex-Arsenale di Verona 16-18 ottobre 2015 – ha lo scopo di fare conoscere al pubblico, quindi, quanto siano moralmente importanti un commercio ed una distribuzione a prezzi equi dei prodotti e come tale modo di agire voglia garantire all’agricoltore o all’azienda produttrice, avente fini di tutela dell’uomo e dell’ambiente, l’equa ricompensa. Visitare e frequentare la manifestazione “equa verona”, con suoi 28 fra laboratori, incontri, momenti di ristorazione, musica e giochi per i piccoli, significa fare opera di bene, intendendo camminare al fianco degli esclusi, per creare il mondo di domani, quale privilegio, che colma ogni giorno di gratitudine, di tenerezza, di gioia totale, dando ogni giorno forza e speranza, a chi in tale modo opera, come scrive Frans van der Hof, teologo olandese, fondatore della Cooperativa Ucri, Messico. Collabora al tutto anche “Veneto Equo”, www.venetoequo.org.
Pierantonio Braggio
    
    

Condividi ora!