Il Banco Popolare in importante crescita. Approvata la Relazione Finanziaria del primo semestre 2015, che segna un utile netto pari a 293 milioni.

di admin
Eseguita la riorganizzazione societaria e incorporata la controllata Banca Italease, Banco Popolare continua il suo percorso, potendo segnare, per il primo semestre 2015 proventi operativi per 1814 milioni, contro i 1793 del primo semestre 2014, pari ad un aumento dell’1,2%. L’utile netto, quindi, per i primi sei mesi dell’anno in corso, ammonta a 293 milioni…

 Anche il cost income ratio, in breve, rapporto fra costi e ricavi, è in miglioramento, essendosi portato al 58,9%, rispetto a 60,5% del 2014. Rilevante la riduzione del costo del credito che passa dai 620 milioni del 2014 ai 375 del primo semestre dell’anno in corso e, quindi, pari a 85 punti base annualizzati, rispetto ai 137 del del semestre 2014. Il risultato economico di periodo normalizzato risulta pari a 245 milioni. Se il margine d’interesse s’attesta a 789,1 milioni  con un + 2,7%, il risultato delle varie partecipate, valutate con il metodo del patrimonio netto, è positivo per 61,3. milioni.
La raccolta diretta ammonta a 83,8 miliardi (3,2%), l’indiretta assomma a 71,1 miliardi, con un incremento del 6,9%, rispetto allo stesso periodo 2014. Gli impieghi lordi sono pari, al 30 giugno, a 87,9 miliardi (-2,6%), mentre le esposizioni nette deteriorate (sofferenze, inadempienze probabili ed esposizioni scadute e/o sconfinate) hanno raggiunto, sempre al 30 giugno 2015, i 14,1 miliardi (-4,0%). Eccellente il profilo di liquidità. Lindice LCR o Rapporto copertura liquidità supera ampiamente il target a regime di Basilea 3.  Il Tier 1 ratio è pari al 12,2% ed il Total capital ratio è al 14,2%, ambedue minimamente in calo, tuttavia, rispettivamente, nei confronti del 12,3% e al 14,4%, al 31 marzo 2015. ll Banco crea lavoro per 16.949 collaboratori, con una spesa di 682,6 milioni di euro.                                         Pierantonio Braggio

Condividi ora!