Concerti, in occasione della grande festività dell’Assunzione, a Verona. Musiche e canti, nei giorni 14, 15, 16 e 17 agosto 2015.

di admin
Una volta, esistevano, nella liturgia cattolica, il latino ed il canto gregoriano, che caratterizzavano imponenti funzioni della Chiesa... Si pregava e si cantava in latino... Si imparavano a memoria preghiere e canti, alcuni dei quali risuonano, ancora oggi, felicemente, nella nostra povera mente.

 E cantava anche chi il latino non conosceva e per nulla se ne intendeva di musica…, del grande gregoriano… Ma, c’era sentita devozione ed alta sensibilità per le importanti domeniche e gli indimenticabili giorni festivi infrasettimanali, molti dei quali, a causa del modernismo, sono andati a farsi benedire e a perdersi nell’oscuro dei tempi… Meno male che ci è rimasta la festività dell’Assunzione…, per cui potremo, con soddisfazione, sentire cantare l’Assumpta est Maria, assumpta est in caelum! Gaudent angeli… e Tota pulchra es Maria! Et macula originalis non est in te!
La Festività dell’Assunta, a Ferragosto, trova quest’anno, la collaborazione con la Settimana Internazionale d’Organo per un ciclo di concerti che si svolgeranno da venerdì 14 agosto a lunedì 17, coinvolgendo sei delle maggiori chiese e basiliche della nostra città.
La nuova iniziativa vede unite in un unico progetto, l’Associazione Chiese Vive, il Festival europeo d’organo e la Banca Popolare di Verona, che con Chiese Vive sostiene di fatto l’operazione. Vi parteciperanno, in veste di solisti, importanti figure del concertismo, come il titolare della Cattedrale di Losanna, Jean-Christophe Geiser, quello della chiesa dei Carmini e San Trovaso di Venezia, Nicolò Sari, della Cattedrale di Ingolstadt, Franz Hauk, del Duomo d Vittorio Veneto, Roberto Padoin, di Notre Dame du Perpetuel Secours di Parigi, Jean Paul Imbert. Con loro suoneranno anche il violino barocco Theona Gubba-Chikheidze, il flautista Rinaldo Padoin, la clavicembalista Francesca Moschetta, l’organista Roberto Bonetto e la tromba Roberto Rigo.
Gli appuntamenti (tutti ad ingresso libero) sono già fissati con le seguenti scadenze:
-venerdì 14 (ore 20) nella chiesa di San Nicolò all’Arena
-sabato 15 (ore 17) nella chiesa di Santa Anastasia e alle 20.30 in quella di San Fermo
-domenica 16 agosto (ore 16,30) in Duomo e alle 20,30 nella basilica di San Zeno.
-lunedì 17 (ore 21) nella basilica di Santa Teresa a Tombetta.      
Negli anni scorsi le due manifestazioni, i Concerti dell’Assunta e la Settimana internazionale d’organo di Verona, sia pure separatamente, avevano ricevuto una grande attenzione da parte del pubblico veronese e di turisti, ben superiore ad ogni aspettativa. Il loro successo, dovuto alle magnifiche chiese che li ospitavano, ma anche agli strumenti utilizzati ed agli interpreti, hanno indotto gli organizzatori a ripresentare la loro proposta per il 2015, in una forma collaborativa complessiva, nella speranza che la manifestazione possa diventare in futuro un appuntamento annuale. Al pubblico che vorrà intervenire, il piacere di scoprire e ritrovare, le infinite sfumature dell’organo, questa prodigiosa macchina sonora che da oltre dieci secoli accompagna il cammino della civiltà occidentale.
Ringraziamo il giornalista Gianni Villani, che con molta attenzione, ci ha trasmesso il comunicato di cui sopra e del quale vogliamo rendere partecipi i Lettori di www.veronaeconomia.it, nella certezza di fare loro cosa gradita.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!