Al ‘Ristorante Maria Callas’, Verona, il Diploma ufficiale di ‘Massimo premio’, relativo al Concorso Gastronomico Interregionale Radicchio d’Argento, Casaleone, 2015.

di admin
L'importante competizione annuale ha lo scopo di promuovere l'agroalimentare veronese.

Purtroppo, non basta produrre verdure e frutta di qualità. Occorre anche accontentare occhio, olfatto e gusto. Se, dunque, l’agricoltura di Casaleone, Verona, e del Basso Veronese, in generale, propongono, assieme al Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Legnago, "Radicchio di Verona" d’altissimo livello qualitativo, importante è che tale "Radicchio Rosso" venga anche presentato in tavola, nel rispetto di tutti canoni, di bellezza e di gusto, atti a soddisfare i giustamente esigenti buongustai. L’ultima edizione del Concorso in parola ha avuto luogo il 25 febbraio scorso, nel meraviglioso Castello di Bevilacqua, a cura della Pro Loco e della Confraternita del Radicchio Rosso di Casaleone e del Consorzio citato. Per la migliore preparazione al Radicchio veronese, il massimo premio è stato assegnato, con i voti anche del numeroso pubblico presente, al Ristorante "Maria Callas", callas.verona@maricallas.it. Il 7 luglio scorso, hanno consegnato al supervincitore, Guido Morari, l’importante diploma ufficiale per il migliore piatto presentato al Concorso in parola, la presidente della Pro Loco di Casaleone, Enrica Claudia de Fanti, e l’assessore al Turismo del Comune di Verona, Marco Ambrosini, essendo presenti Alessandro Salarolo, presidente della Confraternita del Bòn Cuciàr, del presidente della Compagnia del Listón, Tiziano Zampini, e del produttore di straordinario Riso Vialone Nano – altra essenziale risorsa agricola veronese – e risottaro, Giorgio Sbizzera, Sustinenza, Verona. L’incontro ha offerto l’opportunità di trattare diversi temi, riguardanti la promozione delle pregiate produzioni del territorio e, quindi, dell’importante fattore turismo, essenziale per la positiva evoluzione dell’economia e della società veronesi. L’occasione si è stata propizia per la presentazione della "Festa della Semina del Radicchio Rosso di Verona", che – con il coinvolgimento diretto dei bambini, per sensibilizzarli sulle potenzialità della natura, in tutti i suoi aspetti, e sulla preparazione dei cibi, utilizzando, appunto, quanto la natura offre – si terrà a Casaleone, a partire dalle ore 16,30 di domenica 19 luglio. Importante è stata anche la notizia dell’istituzione del percorso naturalistico, ­ soprattutto per bicicletta, che da Ostiglia congiunge Treviso, portando l’amante della natura attraverso le feconde terre del Basso Veronese, che danno il pregiato Radicchio Rosso di Verona". Per la preparazione del quale sono stati predisposti, molto accortamente, dettagliati ricettari anche in tedesco ed in inglese, info@prolococarpanea.it.

Condividi ora!