SICUREZZA: IN VENETO ALTRI 26 CRIMINI. ZAIA, “AVANTI COSI’ A FINE ANNO SARANNO MIGLIAIA. LO STATO HA FALLITO. ROMA NON PENSA PIU’ ALLA GENTE MA SOLO ALLE SUE EPOCALI RIFORME”

di admin
“Rapine, furti con cittadini narcotizzati mentre dormono, spaccate, borseggi agli anziani, comunità di persone e sindaci che sempre più numerosi lanciano l’allarme criminalità e chiedono aiuto o tentano di far da sè. Questa settimana non è cominciata meglio di come è finita la precedente: 26 crimini riportati anche oggi dalla cronaca. Avanti di questo passo…

“Lo Stato sta clamorosamente fallendo su uno dei fronti più sensibili per la popolazione – aggiunge Zaia – e la certificazione viene dalle oramai molteplici iniziative di Sindaci, cittadini e organizzazioni imprenditoriali, che decidono di fare da sé, stipulando polizze, organizzando controlli in proprio, acquistando strumenti di difesa, rivolgendosi alle guardie private. Ma a Roma stanno facendo riforme epocali – ironizza il Governatore – e non hanno tempo di occuparsi dei problemi della gente”.

Zaia conclude snocciolando l’ormai consueto elenco degli ultimi crimini compiuti in Veneto.

“Nel Veneziano – dice – registriamo ben 7 vicende. Cittadini di Mussetta, vicino San Donà, narcotizzati dai ladri mentre dormivano in casa; rapina a mano armata al Caffè Quadretti di Dolo; furto con destrezza a un anziano a Tessera; rubata la cassa al Bar Buffet di Portogruaro; borseggiatori in azione a Stra, Vigonovo e Fossò con gli anziani nel mirino. Nel Padovano un tunisino frattura la mano a un Carabiniere per sfuggire all’arresto; rapinata la farmacia Ponterotto di Villafranca Padovana; rapina con 50 mila euro di bottino al Monte dei Paschi di Cittadella; due colpi della banda dei Postamat a Villanova di Camposampiero e Vigonza. Nel Trevigiano, colpi a ripetizione a Lancenigo e nel centro di Villorba; due furti in quattro giorni a Olarigo di Vittorio Veneto; a 14 anni ladro all’Oviesse di Treviso. Rovigo non è da meno: tentato furto alla cassa ticket della cittadella sanitaria dell’Ulss 18; spaccata notturna al Marita di Stienta; due furti sventati da vicini attenti che non se ne fregano e chiamano la Polizia; le frazioni dell’Alto Polesine lanciano l’allarme sicurezza, troppi furti in abitazioni e giardini; troppi furti, cresce la preoccupazione a Rosolina. A Verona una donna viene colpita al volto da uno straniero mentre cammina e il quartiere segnala altri casi simili. Nel Vicentino sono spariti 50 chili d’argento in una ditta; una scuola di Bassano è stata saccheggiata con bottino di 15 mila euro; in generale l’ennesimo fine settimana di furti con un bottino da 250 mila euro”.

Condividi ora!