Al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova replica il Teatro Impiria con “Giulia” RICORDARE, PER UN DESIDERIO DI PACE E GIUSTIZIA TRA GLI UOMINI

di admin
Uno spettacolo per commemorare le vittime delle Foibe ed il dramma dell’esodo dei Giuliani e Dalmati Si concludono al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova venerdì 13, ore 21, le repliche di "Giulia”, lo spettacolo che il Teatro Impiria dedica al ricordo dell’eccidio delle foibe, avvenuto durante e dopo la seconda guerra mondiale, e del successivo…

<< E' importante - afferma il regista Andrea Castelletti - ricordare questi dolorisi eventi e le persone che li hanno subiti, fatti che sono avvenuti anche successivamente proprio in quelle terre (la guerra in Jugoslavia negli anni 90) ed anche in altri angoli del mondo e che avvengono ancor oggi in medioriente e che similmente ci inorridiscono. Per tutte queste persone è doveroso un momento di riflessione. Invito peranto tutta la cittadinanza del territorio a questo importante momento di incontro .>>

Lo spettacolo – scritto dalla giornalista Michela Pezzani per la regia di Andrea Castelletti – racconta di Giulia, una bambina in vacanza con la sua mamma ed il suo papà in Croazia l’estate scorsa. Scoprirà presto che non è una vacanza qualunque. Anche sua mamma trent’anni prima fece lo stesso identico viaggio, nell’allora Jugoslavia, con il papà e la mamma – i nonni di Giulia – su una Fiat Ottocinquanta ed una tenda sul portapacchi. E’ il viaggio nella terra delle loro origini, per non dimenticare. E così la bambina scoprirà cose è successo ai suoi bisnonni, Delmo e Giulia, di cui lei porta il nome.
Uno spettacolo che seppur tratti temi drammatici si segue con leggerezza. Uno spettacolo corale, emozionante, che vede in scena quindici attori del Teatro Impiria e che corre su diversi piani temporali – gli anni della guerra, gli anni settanta, l’estate scorsa – in un accartocciarsi di eventi, personaggi, storie vere ed emozioni. Un viaggio nel tempo e nella geografia, un viaggio nella memoria. Alla ricerca delle origini e di una verità sfuggente come lo è la ragione di fronte alla follia. Uno spettacolo che vuole appassionare, sorprendere e soprattutto ricordare. Con l’ambizione di dire basta, con la voglia di pace e giustizia tra gli uomini.

Condividi ora!