RIORDINO PROVINCE, CANER: “IPOCRITA CHI ACCUSA ZAIA. ESAMINEREMO PDL DELLA GIUNTA CHE SANA PORCHERIE DI RENZI”

di admin
“Invece di accusare la Regione di non far abbastanza per le Province, il PD dovrebbe solo fare autocritica e rivolgersi a Renzi e Delrio, autori di una riforma arraffazzonata, incompleta, costosa e cialtronesca. Una riforma che ha unicamente eliminato l’elezione diretta dei rappresentanti politici, gravando Comuni e Regioni di ulteriori costi per i servizi, e…

Queste le parole del capogruppo leghista Federico Caner a margine dell’odierno incontro in Consiglio regionale coi rappresentanti dell’UPI e dell’ANCI sul riordino delle funzioni amministrative provinciali, durante il quale il collega del PD Lucio Tiozzo ha accusato Zaia di non procedere con celerità a portare in aula il progetto di legge della Giunta per sanare lo stato dei dipendenti degli Enti.
“Mi riservo di vedere quella proposta – aggiunge Caner -, ma nel frattempo Tiozzo la smetta con l’ipocrisia tipica di chi ha qualcosa da nascondere all’opinione pubblica. Quanto sta accadendo alle Province l’ha voluto Renzi, ed oggi la Regione si trova a dovervi far fronte con un settimo delle risorse a libera destinazione rispetto al 2011 (da 500 a 74 milioni), ringraziando sempre i governi del PD. Oggi la Regione subisce gli stessi tagli di Comuni e Province, tagli lineari tra Nord e Sud che non tengono conto di chi spreca e di chi ben amministra, come noi”.
“Alimentare una guerra tra poveri a scopo elettorale – conclude Caner – è squallido, perché qui parliamo del posti di lavoro di centinaia di persone, che Renzi e Delrio hanno ignorato e calpestato. La Lega farà la propria parte, appena il progetto di legge della Giunta arriverà in aula per il confronto con le proposte dell’UPI e dell’ANCI.

Condividi ora!