“Latte, caglio e sale” è il titolo del volume-strenna 2014 del Banco Popolare. Con esso, si chiude il ciclo dedicato all’agroalimentare, iniziato con i volumi dedicati al vino, nel 2012, e al pane, nel 2013.

di admin
Ricordare nostra madre terra ed i suoi prodotti è opera meritoria, specialmente in un tempo, come l'attuale, in cui sembra che, nonostante la crisi, per nulla si pensi a riconoscere al suolo il dovuto rispetto e l'altrettanto, dovuta protezione. E' dal suolo, infatti, che ci derivano, anche attraverso gli animali, gli alimenti per la vita…

L’opera, in carta patinata, è da considerarsi ad alto contenuto accademico, consta di 318 pagine, è stata edita da Banco Popolare e prodotta da Sagep Editori, Genova, 2014. La stessa tratta i seguenti temi, che, esaminando i formaggi italiani, sotto tutti gli aspetti, concludono il ciclo dedicato ai prodotti naturali, che, per essere consumati, devono prima venire trasformati dalla saggezza e dalla mano dell’uomo: – Una storia, che nasce con l’uomo; – Andare per formaggi; – Viaggio nell’Italia del Formaggio; – Latte e non solo; – Fare il formaggio: tecniche e segreti; – Sapere di formaggio: strumenti e luoghi del casaro;– Degustare il formaggio; – Formaggio, uomo, territorio; – Veneto, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Sicilia e – Piaceri da gustare. Seguono diverse particolareggiate ricette, legate alle varie regioni e corredate, ciascuna, di una bellissima foto, nonché un glossario, relativo al tema “formaggio”, che permette di meglio comprendere i diversi termini tecnici, contenuti nel volume in parola.
Quello della produzione del formaggio è un interessante settore agro-economico, di pianura e di montagna, che non solo crea un alimento importante, usando latte di nostra produzione, ma origina anche lavoro, destando interesse, guarda caso, anche in numerosi giovani, molto colti e capaci, peraltro, in un segmento dell’economia, che sarà sempre di notevole interesse per la società, anche dal punto di vista della conservazione del territorio, che costituisce la base per l’alimentazione delle bovine, e, quindi, per la produzione del prezioso latte, che, per essere d’alta qualità, richiede che le vacche, di razza adatta alla zona di stabulazione, si nutrano soprattutto di erba…
Un libro, il cui contenuto, quindi, va letto, studiato ed approfondito, fornendo esso ogni dettaglio sui formaggi italiani, in generale. Ha contribuito a dare aspetto pratico ai contenuti del volume descritto, la manifestazione “Formaggio in Piazza”, tenutasi in Piazza delle Erbe, Verona, a cura della Banca Popolare di Verona, domenica 23 novembre, durante la quale, degustazioni – formaggio Monte Veronese di malga DOP, 11 caseifici, info@monteveronese.it – e laboratori di cucina per bambini hanno promosso l’antica arte del casaro e del suo nutriente e tradizionale formaggio, in città.

Condividi ora!