Giovane pianista veneta, Chiara Opalio è considerata come una delle più interessanti musiciste italiane della sua generazione, attiva sia come solista che come camerista.

di admin
Gli ultimi più importanti appuntamenti la vedono protagonista di concerti con l’Orchestra del Friuli Venezia Giulia e con l’Orchestra Haydn e, più recentemente con I Virtuosi Italiani e con l’Orchestra di Padova e del Veneto. Nel 2012 debutta all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella Sala Petrassi in un concerto di musica da camera assieme a…

Unica europea tra i sei semifinalisti al Clara Haskil Competition del 2011, nel 2012 vince il 2° Premio al Concorso Internazionale del Friuli Venezia Giulia.
Dal 2010 suona in duo con il violoncellista Giovanni Gnocchi con il quale tiene concerti al Mozarteum di Salisburgo, all’Accademia Filarmonica di Bologna, alla Fazioli Concert Hall, al Teatro Alighieri di Ravenna e per Asolo Musica.
Nata nel 1990, Chiara inizia a suonare il pianoforte all’età di tre anni e a sedici si diploma con lode e menzione speciale.
Dagli undici ai ventun anni frequenta l’Accademia Pianistica Internazionale Incontri col Maestro di Imola studiando nello stesso tempo anche con Alexander Lonquich, Aldo Ciccolini, Andrea Lucchesini e con il Trio Altenberg Wien.
Dal 2013 studia all’Hochschule für Musik di Basilea con Claudio Martinez Mehner, e dal 2012 è docente di pianoforte alla Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro.

Con Fondazione Arena debutta al Teatro Ristori nel 2012; torna al Teatro Ristori nell’ambito della Stagione Sinfonica 2014-2015 interpretando il Concerto per pianoforte n. 4 op. 58 in sol maggiore di Beethoven.

Condividi ora!