Bella e saporita la “Vérza móréta” di Veronella, Verona. Verrà festeggiata, per la seconda volta, dal 28 al 30 novembre 2014.

di admin
Diffusa, e molto, agli inizi del lontano Novecento e, addirittura, caduta successivamente in dimenticanza, nonostante avesse avuto ottimo successo anche all'estero, la "móréta" ritorna trionfalmente sulle mense e prende radice nei piatti... Certo, occorre cucinarla con la dovuta ricetta, soprattutto se in "téia" o nell'ottimo "riso e vérze"... Festeggia il grande prodotto "Vérza móréta" la…

S’ottengono, così, verze eccezionali, che, fresche, emanano il loro speciale profumo e che, data la loro genuinità, permettono d’essere conservate anche per 30 giorni… Verze che, “l’è pròpio ‘n pécà a taiàrle a tóchéti”, per la loro straordinaria bellezza, creata dall’increspatura delle loro foglie e dai loro colori lucenti verde-scuro-violetto… Producono la “móréta” in Veronella sei aziende agricole, riservando al possibile prodotto in divenire ogni attenzione, sia in estate, che attualmente, giovani agricoltori, che sono la speranza per la futura vita delle nostre genti.
La sera del 28 novembre, uno speciale convegno tratterà il tema Presente, passato e futuro della Verza moretta in Veronella: quale impatto sul nostro territorio, a cura di Lorenzo Bazzana. Info, anche in fatto di degustazioni – ottima la vérza ‘n téia –, Tiziano Gobbo, 347 05 76 401. Molto interessante sarà il mercatino ortofrutticolo, funzionante durante la manifestazione, e la mostra fotografica relativa all’interessante periodo 1920-1960.
Evviva gli agricoltori di Veronella, che hanno portato alla luce un prodotto naturale e vitaminico di grande storia e di tutto rispetto!
P.B.

Condividi ora!