I SOLISTI VENETI APRONO LA STAGIONE DEL SALIERI CON UNA PRIMA ESECUZIONE IN TEMPI MODERNI DI UN CONCERTO DI ANTONIO SALIERI

di admin
Si apre il sipario sulla ricca stagione 2014-2015 del Teatro Salieri di Legnago, giovedì 30 ottobre (ore 20,45) con un concerto dei Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone. E per l’occasione l’orchestra da camera italiana più popolare nel mondo riprende l’articolato programma artistico “In Viaggio con Salieri”, dedicato all’approfondimento della conoscenza delle opere del compositore…

Furono alterne la fortune del lucchese Luigi Boccherini che trascorse gran parte della propria vita a Madrid, dove fu lungamente celebrato ma poi vi morì in miseria. Tanto che anche la sua musica fu presto dimenticata e solo nel Novecento ne è stata riscoperta l’originalità e il fascino, che i Solisti Veneti evidenzieranno eseguendo, in apertura di serata, la Sinfonia op.12 n.4 “La Casa del Diavolo”.
Anche Antonio Vivaldi, del quale i Solisti Veneti hanno portato alla luce numerosi tesori musicali, dopo i grandi successi che tutta Europa gli tributò, concluse la sua vita in povertà a Vienna. Del “prete rosso” veneziano – alla cui rinnovata fortuna nel Novecento i Solisti Veneti hanno contribuito in modo determinante – sarà proposto il grandioso e solenne Concerto in re maggiore RV 562 “fatto per la Solennita’ di San Lorenzo” per violino, due oboi, due corni, archi e timpani: un’opera che lo stesso Vivaldi diresse ad Amsterdam nel 1738 per la celebrazione del centesimo anniversario del teatro della capitale olandese, l’Amsterdamsche Schouwburg.

La Vienna che, invece, apprezzò e celebro Antonio Salieri per cinquant’anni, ha restituito recentemente una pagina autografa inedita dello stesso, custodita nella Biblioteca Nazionale della capitale austriaca, che i Solisti Veneti proporranno in prima esecuzione mondiale in tempi moderni : il Concerto in re maggiore per violino, oboe, violoncello e orchestra

Si tratta, spiega Claudio Scimone: “di una pagina di altissimo pregio, certo non inferiore ai Concerti dei più grandi compositori dell’epoca”. Ed è sempre il celebre Maestro ad evidenziare che, nella produzione di musica strumentale di Salieri, queste “è forse la pagina più affascinante sia per la bellezza delle idee musicali che per il fulgore del virtuosismo che richiede non solo ai solisti ma anche, nei “Tutti”, alla compagine orchestrale assai numerosa (oltre agli archi sono previsti oboi, corni e trombe). Già la scelta del trio dei solisti è originale e interessante e ancora più attraente è il fatto che per i primi due tempi l’Autore ha scritto una acrobatica e, nel contempo, piacevolissima “Cadenza” originale in cui gareggiano in eleganza e virtuosismo i tre solisti , mentre nel terzo tempo tale compito è lasciato alla loro libera improvvisazione”.
Una pagina così preziosa non poteva trovare cornice migliore del Teatro intitolato al suo compositore nella città natale dello stesso, come spiegherà al pubblico del Salieri lo stesso Scimone nella consueta conversazione introduttiva prevista alle ore 20.00 nel Ridotto del Teatro, durante la quale il Maestro padovano dialogherà con la musicologa Elena Filini e il direttore del Salieri, Federico Pupo.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Luigi Boccherini Sinfonia op.12 n. 4 “La Casa del Diavolo”

(1743 – 1805) Andante sostenuto – Allegro assai – Andantino con moto

Ciaccona (Chaconne qui represente l’Enfer et qui est faite à l’imitation de celle de Mr.Gluck dans “Le Festin de Pierre”)

Antonio Vivaldi Concerto in re maggiore RV 562 “fatto per la Solennità di San Lorenzo” per violino, due oboi, due corni, archi e timpani

(1678 – 1741) Allegro – Grave – Allegro

Lucio Degani, violino

Rossana Calvi, Silvano Scanziani, oboi

Oreste Campedelli, Cristian Longhi, corni

Antonio Salieri Concerto in do maggiore per organo e orchestra

(1750 – 1825) Allegro ma non molto – Allegro assai

Silvio Celeghin, organo

Concerto in re maggiore per violino, oboe, violoncello e orchestra

Allegro – Adagio – Presto

Lucio DeganI, violino

Rossana Calvi, oboe

Giuseppe Barutti, violoncello

TAMBURINO CONCERTO

Legnago, Teatro Salieri

Giovedì 30 ottobre – ore 20.45
I SOLISTI VENETI

CLAUDIO SCIMONE, direttore

Musiche di L.Boccherini, A.Vivaldi, A.Salieri

Prima esecuzione in tempi moderni del Concerto in Re maggiore di A.Salieri
Alle ore 20,00 – Ridotto del Teatro
Incontro con Claudio Scimone ed Elena Filini

Condividi ora!