Convenzione Provincia di Verona e Macello Zullo, Bellori, Lugo di Grezzana. La struttura è ora autorizzata a ricevere, a lavorare, a certificare e a vendere le carcasse dei cinghiali, conferiti da cacciatori autorizzati.

di admin
Le colline ed i monti veronesi costituiscono l’habitat adatto al cinghiale, che riproducendosi più che velocemente, particolarmente in tempi recenti, crea danno alle culture e, talvolta, anche incidenti sulle strade. Ad evitare la presenza di un troppo alto numero di tali animali, cacciatori autorizzati abbattono gli stessi, durante l’attività di controllo, con l’osservanza di una…

La struttura Zullo, riconosciuta come centro di lavorazione carni, eviscera le carcasse conferitele e, essendone autorizzata, le certifica dal punto di vista sanitario e, quindi, le commercializza, vendendole al prezzo, pure convenzionato di 1,50€ il kg di animale in pelle. Il che, costituisce un’importante opportunità per i cacciatori del luogo, altrimenti costretti a sobbarcarsi un più lungo ed inutile percorso.
Quanto al Macello in sé, questo ha avuto origine nei primi anni Settanta dello scorso secolo, creato dal nonno dei giovani, laboriosi ed intraprendenti imprenditori Damiano e Andrea Zullo. I quali, ora lo curano, nel rigoroso rispetto della normativa vigente, oltre a seguire una loro azienda agricola, attiva in quel di Montorio, Verona, dove, fra bovini e suini di razze pregiate da carne, sono in costante allevamento circa 160 capi. Il macello di Lugo di Grezzana viene utilizzato, appunto, per la macellazione di tale bestiame e di animali conferiti da privati. I fratelli Zullo, svolgono, quindi, un’attività propria, anche socialmente utile, compresa quella prevista, ora, dalla convenzione sopra citata, volgendo la massima attenzione al territorio, che, partendo da quello collinare di Montorio, e giungendo a quello di Grezzana, che mentre offre, fra l’altro, uve pregiate, ciliegie ed olive, coinvolge mentalmente e spiritualmente chi si inoltra nel suo straordinario verde. Giovani e agricoltura: i fratelli Damiano e Andrea sono esempio di buona volontà e di grande impegno, in un settore, che torna a dare soddisfazione a chi in esso crede e ad esso si dedica.

Condividi ora!