La 4ª edizione de “Le Nozze di Cangrande” fra Castel Vecchio e Piazza dei Signori, a Verona. Ideata da Alessandro Bravi, la rievocazione storico-romanzata si terrà domenica 8 giugno 2014.

di admin
Circa cento figuranti, in costume rigorosamente medievale, sfileranno, domenica 8 giugno, fra Castel Vecchio e Piazza dei Signori, a partire dalle ore 18,00, per ricordare quella Verona, che, città romana, città dell’amore, della lirica e dell’economia, è stata anche scaligera dal 1259 al 1387. Da qui, l’idea di Alessandro Bravi, di riportare alla memoria dei…

Le “Nozze di Cangrande” vedranno come personaggi Cangrande stesso, nella persona di Gianni Mini; Giovanna di Svevia, impersonata da Chiara Benvenuti, Bartolomeo della Scala e Costanza di Svevia, interpretati ridspettivamente da Angelo Paolo De Lucia e da Sandra Faraoni, del Gruppo “Capriccio Armonico” di Scarperia del Mugello. Faranno da corona agli attori principali il Corteo Storico della Repubblica di Firenze, i Bandierai degli Uffizi, dieci Madonne fiorentine, Cavalieri del Maneggio di Vito Salvia, Musicanti e spadaccini del Gruppo Sipario Medievale di Verona e Figuranti dei Signori dell’Alpo, diretti da Hermes.
La manifestazione si basa sul racconto immaginario, secondo il quale, Dante partecipa alle nozze di Cangrande, che sposa Giovanna di Svevia, venuta a Verona per fare visita alla sorella Costanza, moglie del già deceduto Bartolomeo, fratello maggiore di Cangrande, che (quest’ultimo) la costringe a non ritornare in Germania. Giovanna non dà figli a Cangrande, alla morte del quale succede, forzatamente, suo nipote, Mastino II. Questo, in breve, l’accadimento, che verrà rievocato, rappresentando appunto l’incontro di Cangrande con Giovanna, l’innamoramento e le nozze. Una manifestazione, che vedrà a Verona i fiorentini, dopo otto secoli, per ringraziare la città e gli Scaligeri, per avere dato ospitalità al sommo poeta Alighieri.
Un complimento, quindi sentito, ad Alessandro Bravi, che ha gettato le basi per un evento, che avrà molto prevedibilmente sempre maggiore successo anche in futuro, al presidente del Consiglio comunale, Luca Casali, ed all’assessore Enrico Corsi, i quali, comprendendo l’importanza della manifestazione e la certa possibilità di suoi futuri sviluppi, validi per un’animazione storico-culturale di Verona, hanno appoggiato e presentato ufficialmente l’iniziativa.

Condividi ora!