VENETO BANCA DA’ IL VIA AL RIMBORSO ANTICIPATO DEL POC DA 350 MILIONI

di admin
Si rafforza il patrimonio, con riflessi positivi per il CET 1. Ieri il nuovo Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca ha deliberato di procedere al rimborso integrale anticipato mediante consegna di azioni del Prestito Obbligazionario Convertibile (POC) “5% 2013-2017”, per un totale di 350 milioni di euro. “Nella prima riunione dopo quella a margine dell’Assemblea…

La data prevista per la conversione in azioni Veneto Banca – il cui valore, pari a 39,50 euro, è stato determinato dall’Assemblea – è il prossimo 30 giugno.

Ai titolari delle obbligazioni verrà consegnato un numero di azioni risultante dalla divisione del valore nominale dell’obbligazione per il valore dell’azione Veneto Banca, con un premio del 5%.

Gli obbligazionisti che manterranno fino a dicembre 2017 la piena proprietà di tali azioni potranno concorrere all’assegnazione di 3 azioni aggiuntive ogni 20 consegnate alla data del rimborso anticipato.

La conversione anticipata del POC porterà a un rafforzamento del Common Equity Tier 1 (CET 1) dell’1,4%.

“L’incremento di 140 punti del CET 1 derivante da questa operazione – sottolinea il Direttore Generale di Veneto Banca, Vicenzo Consoli – si aggiunge ad altri impatti positivi maturati in questa prima parte dell’esercizio 2014, in conseguenza della cessione di alcuni titoli, del recupero di valore del portafoglio e della prevista cessione di partecipazioni. Se sommiamo questi elementi, ci attestiamo all’8,80% di CET1, oltre l’8% fissato fissato dalla BCE e dall’EBA, a conferma della solidità patrimoniale del nostro Gruppo”. “Con il completamento del piano avviato, che prevede la cessione del controllo di BIM e l’aumento di capitale – evidenzia Consoli – ci presenteremo in Europa con un CET1 di assoluta tranquillità, vicino all’11,50%”.

Condividi ora!