Ciberclub Onlus di Parona Alla fattoria sociale “Margherita” di Oppeano la sala videoconferenze in HD

di admin
L'iniziativa, rivolta al mondo del volontariato, nasce per facilitare il dialogo in rete e la comunicazione tra le varie organizzazioni presenti sul territorio. La sala ospita 100 posti per conferenze via web in alta definizione. Il progetto è realizzato in collaborazione con le associazioni “Pro Senectute Onlus” e “Fondazione G.A.V. – Giovani Amici Veronesi”, con…

Nella campagna veronese sorge la cascina “Margherita”, una fattoria multifunzionale dedicata alla didattica e al recupero di competenze sociali e risorse individuali di persone affette da disagio relazionale. Questo luogo ospita la sala polivalente multimediale, attrezzata per videoconferenze in HD e destinata alle associazioni che operano nel sociale. La struttura si presta a effettuare presentazioni, conferenze informative ed educative, a pubblicizzare prodotti, iniziative e progetti. Inoltre, offre l’opportunità di seguire corsi di formazione a distanza.

Assessore – Luciani: “Sono particolarmente orgoglioso di presentare un progetto capace di mettere le nuove tecnologie al servizio delle persone, favorendo l’integrazione sociale. La nuova sala videoconferenze, con i suoi 100 posti disponibili, permette ad anziani e disabili di presenziare a convegni e fare formazione a distanza interattiva. Avvicinare al mondo del web anche le categorie più ‘svantaggiate’ è un nobile obiettivo che sposo con grande entusiasmo. Questa iniziativa rappresenta una grande opportunità per il Comune di Oppeano e i territori limitrofi. Qui sorge la fattoria ‘Margherita’, luogo didattico destinato al recupero di persone affette da disagio relazionale, gestito dalla Fondazione G.A.V. All’interno di questa splendida location agreste, il Ciberclub ha allestito una sala di videoconferenza multimediale, la cui strumentazione sarà a disposizione delle associazioni di volontariato. La struttura – oltre a costituire un luogo di incontro e scambio tra le diverse organizzazioni – potrà essere usata anche per meeting. Sono felice di sostenere un’iniziativa che risponde a queste esigenze senza trascurare la cooperazione sociale, presupposto su cui si fonda l’operato del Ciberclub, associazione che da sempre lavora per promuovere l’alfabetizzazione digitale della terza età. Sicuramente questa bella idea non avrebbe potuto prender forma senza l’importante contributo del C.S.V. di Verona, cui va un doveroso ringraziamento”.

Cyber Club – Di Prisco: “La comoda location è solo uno dei tanti vantaggi di questa struttura. La multimedialità, infatti, è stato l’autentico fattore scatenante: volevamo facilitare il dialogo in tempo reale fra tutti i soggetti distanti per impedimenti di varia natura. Comunicazione e formazione, quindi, dovranno essere gli obiettivi su cui lavorare per accrescere ed espandere il nostro messaggio: crediamo, infatti, che la tecnologia possa essere il veicolo più idoneo per superare gli ostacoli, fisici e non, legati alla disabilità. La struttura è, a tutti gli effetti, un modo per continuare a coltivare le passioni per tutti coloro che non rinunciano alla modernità”.

C.S.V. Verona – Tommasini: “Questa sala ha preso corpo grazie al finanziamento erogato attraverso un bando del 2012 dal C.S.V. di Verona. Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, dimostra palesemente l’importanza del lavoro in sinergia per raggiungere traguardi importanti. La sala di videoconferenza non si rivolge solo agli addetti ai lavori o al mondo del volontariato, ma a tutti i cittadini: poter vantare una struttura di questo tipo è indubbiamente un valore aggiunto per il territorio”.

Condividi ora!