FESTA DEL POPOLO VENETO: A SAN GIOVANNI EVANGELISTA 300 RAGAZZI DI 116 SCUOLE FESTEGGIANO 37 VINCITORI DEL CONCORSO ALLA RICOPERTA DI LINGUA, TRADIZIONE, STORIA. STIVAL, “GRANDE SUCCESSO, SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA”.

di admin
Sono state ancora una volta le scuole del Veneto le principali protagoniste della Festa del Popolo Veneto, che da alcuni anni è stata istituita con legge regionale nel giorno del 25 marzo, data della fondazione di Venezia, che viene fatta risalire a quel giorno dell’anno 421.

Una festa all’insegna della riscoperta della storia, delle tradizioni, della lingua veneta, delle fiabe e delle leggende centenarie, che la Regione del Veneto, l’Unione delle Pro Loco del Veneto e l’Ufficio Scolastico Regionale hanno organizzato alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia, dove, nel corso di un meeting affollato da almeno 300 ragazzi, sono state premiate le Scuole vincitrici del Concorso “Tutela, Valorizzazione e Promozione del Patrimonio Linguistico e Culturale Veneto”. A festeggiare i giovani che, in un’atmosfera gioiosa e frizzante, hanno rappresentato sul palco i loro lavori, c’erano l’Assessore regionale all’identità veneta Daniele Stival, il Presidente dell’Unpli Giovanni Follador, la dirigente dell’Ufficio Scolastico del Veneto Gianna Marisa Miola e il curatore scientifico del Concorso professor Paolo Scapinello.
“La scelta dell’ambito culturale e il coinvolgimento delle scuole venete, istriane e slovene in questa festa continua ad essere vincente e l’interesse aumenta ad ogni edizione – ha sottolineato Stival – e premia così un’intuizione che avemmo nel 2007. Squadra che vince non si cambia – ha aggiunto – per cui diamo già a tutti l’appuntamento per l’anno prossimo, quando cercheremo anche di rafforzare il ponte che ci unisce con 600 anni di storia con l’altra sponda dell’Adriatico”.
“Questi ragazzi e i loro insegnanti – ha detto Gianna Miola – sono stati bravissimi, ed hanno colto in pieno l’importanza di studiare il passato per crescere nel futuro. Devo dire che – in generale – gli studenti veneti stanno dando prova di grandi capacità, tanto da risultare spesso i migliori in Italia e anche all’estero quando vi è l’occasione di confrontarsi con altre realtà scolastiche”.
Follador, per le Pro Loco, ha tenuto a sottolineare che “la valorizzazione dei nostri territori, della cultura e della storia del Veneto è il core business della nostra organizzazione, che ha messo in campo 70.000 volontari e 500 sedi locali”
Al Concorso hanno partecipato 116 scuole di tutto il Veneto e 9 da Croazia e Slovenia, che hanno realizzato ben 150 progetti su vari ambiti: la lingua veneta nelle sue espressioni creative nel teatro, nella musica e nella poesia; il territorio con il suo patrimonio storico-artistico ed enogastronomico; raccolta e racconto delle leggende e dei misteri della storia del proprio territorio.
Le scuole coinvolte sono state 17 di Belluno; 13 di Padova; 6 di Rovigo; 11 di Treviso; 25 di Venezia; 24 di Verona; 11 di Vicenza; 7 croate e 2 slovene.
37 di queste hanno vinto un premio, anche in denaro, per un totale di 25.000 euro che saranno interamente reinvestiti nelle attività didattiche.
Le celebrazioni del 25 marzo proseguono nel pomeriggio a partire dalle 18 a Villa Morosini di Mirano con antichi lavori e canti popolari e con un momento conviviale offerto dall’Istituto Professionale “Dieffe” di Spinea.

Condividi ora!