Stagione invernale e sicurezza stradale Provincia e Comuni insieme per affrontare i disagi da neve

di admin
L'assessore alla Viabilità Carla De Beni ha portato in Giunta la delibera relativa all'utilizzo di catene da neve nel periodo invernale 2013-2014.

Il provvedimento, approvato dalla Giunta, detta tempi e modalità, con l’introduzione di due novità rispetto alla stagione scorsa. Tutti i veicoli a motore dovranno essere muniti di pneumatici invernali o avere a bordo le catene sulle strade provinciali dal 15 novembre 2013 al 15 aprile 2014 (invece del 15 marzo, come nel passato inverno). L’estensione fino al 15 aprile è stata fatta per uniformarsi all’analogo provvedimento previsto per tutte le strade statali.

L’ordinanza interesserà le strade provinciali che attraversano i Comuni del territorio che sono passati dai 42 del 2012 ai 48 di quest’anno con l’inclusione di Castelnuovo del Garda, Lazise, Pescantina, Valeggio sul Mincio. Dall’obbligo sono esclusi ciclomotori a due ruote e motocicli che potranno circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada.

Durante la stagione invernale le condizioni meteo avverse fanno perdere l’aderenza degli autoveicoli alla strada e si possono creare situazioni di pericolo o disagio. Per questo, l’uso di pneumatici idonei o catene da neve diventano strumenti indispensabili per il regolare svolgimento del traffico e la sicurezza dei cittadini.

Assessore De Beni: “Il provvedimento di quest’anno ricalca fondamentalmente quello dell’anno scorso. Sono state introdotte due novità con lo scopo di agevolare sempre di più gli utenti e uniformare le regole. Per questo motivo, abbiamo allungato la validità fino ad aprile come per le strade statali e abbiamo resa omogenea l’area, aggiungendo 4 comuni. In questo modo, tutta l’area collinare e montana nel nord della provincia veronese è soggetta all’obbligo, in pratica tutti i comuni che presentano strade potenzialmente pericolose in caso di neve. Restano esclusi solo i Comuni di Garda, Brenzone e Malcesine perché non ci sono strade provinciali”.

Condividi ora!