Titolo: Il curatore fallimentare. Procedura, Adempimenti, Modelli Autori: F. Landolfi, Avvocato specializzato in diritto fallimentare, D. Pergola, Dottore commercialista

di admin
Editore: Maggioli Editore Pagine: 316 Formato: 17x24 cm Anno: agosto 2013 Codice ISBN: 83661 Prezzo di copertina Libro+Cd-Rom: 38,00

Aggiornata con le numerose novità introdotte dalla Legge n. 221/2012 nell’ambito delle procedure concorsuali, la seconda edizione di questo ricco Formulario guida il curatore fallimentare nello svolgimento degli adempimenti e le incombenze dell’attività con il supporto operativo di formule e atti che accompagnano ogni singola operazione.

La praticità operativa si accompagna a una trattazione dettagliata, sia da un punto di vista giuridico che fiscale e commerciale, grazie alla consolidata esperienza dei due autori nel mondo delle procedure concorsuali.

Arricchito in appendice di una tabella dei codici tributo e del modello Iva 74-bis, corredato da Cd-Rom contenente 62 formule per la personalizzazione e la stampa, il formulario si articola in 6 parti:

I – APERTURA DELLA PROCEDURA
1.1 Il ricorso di fallimento
Formula n. 1 – Ricorso di fallimento
1.2 Reclamo avverso il provvedimento di rigetto della istanza di fallimento Formula n. 2 – Reclamo avverso il provvedimento di rigetto della istanza di fallimento
1.3 Nomina del curatore, accettazione dell’incarico cessazione dall’ufficio Formula n. 3 – Accettazione dell’incarico di curatore Formula n. 4 – Relazione alla procura della repubblica
1.4 Natura personale della funzione di curatore
1.5 Convocazione del fallito ed interrogatorio Formula n. 5 – Schema interrogatorio del fallito
1.6 Inventario
Formula n. 6 – Verbale di inventario con esito negativo Formula n. 7 – Verbale di inventario con esito negativo Formula n. 8 – Verbale di inventario con esito negativo Formula n. 9 – Verbale di inventario con esito positivo
1.7 Il comitato dei creditori
Formula n. 10 – Avviso di nomina del comitato dei creditori
1.8 La relazione ex art. 33 L. F.
Formula n. 11 – Relazione ex art. 33 L.F.
1.9 Programma di liquidazione
Formula n. 12 – Programma di liquidazione ai sensi dell’art. 104 ter L. F.
Formula n. 13 – Trasmissione del programma di liquidazione ex art 104-ter al comitato dei creditori Formula n. 14 – Richiesta di autorizzazione all’abbandono al comitato dei creditori Formula n. 15 – Comunicazione dei derelizione ai creditori Formula n. 16 – Reclamo del curatore avverso il diniego di approvazione del comitato dei creditori del programma di liquidazione Tabella riepilogativa attività iniziali del curatore

II – L’ACCERTAMENTO DEL PASSIVO
1. La Legge 221/2012
1.1 Comunicazione al registro delle imprese, ai fini dell’iscrizione del proprio indirizzo di posta elettronica certificata, da parte del curatore
1.2 Insinuazione al passivo attraverso la presentazione telematica della domanda al curatore Formula n. 17 – Comunicazione PEC ai creditori. Richiesta di comunicazione indirizzo PEC del creditore
2.1 Avviso ai creditori ed agli altri interessati Formula n. 18 – Avviso ai creditori ed agli altri interessati Formula n. 19 – Avviso ai creditori ed agli altri interessati, da inviarsi ad istituto di credito con la richiesta di accesso alla documentazione bancaria ex art 119 T.U.L.B.
3. La domanda di ammissione al passivo
Formula n. 20- Ricorso per domanda di ammissione al passivo Formula n. 21 – Ricorso per domanda di ammissione al passivo 4. La verifica dello stato passivo (Progetto di stato passivo, udienza di verifica, formazione dello stato passivo) Formula n. 22- Progetto di stato passivo Formula n. 23 – Stato passivo esecutivo Formula n. 24 – Comunicazione dell’esito del procedimento di accertamento del passivo 5. Le domande tardive 6. Opposizione, impugnazione, revocazione dello stato passivo, correzione di errori materiali dello stato passivo Formula n. 25 – Istanza del curatore per la correzione di errore materiale dello stato passivo
6.1 La procedura per le impugnazioni ex art. 98 L. F.
Formula n. 26 – Opposizione allo stato passivo ex artt. 98 e 99 L. F.
Formula n. 27 – Impugnazione dello stato passivo ex artt. 98 e 99 L. F.
Formula n. 28 – Revocazione del credito ammesso allo stato passivo ex art. 98 e 99 L. F.
7. La desistenza e la rinuncia al credito ammesso Formula n. 29 – Atto di desistenza Formula n. 30 – Atto di rinunzia al credito ammesso al passivo del fallimento 8. Previsione di insufficiente realizzo Formula n. 31 – Istanza del curatore per la previsione di insufficiente realizzo ex art. 102 L. F.
Formula n. 32 – Relazione sulle prospettive della liquidazione Formula n. 33 – Comunicazione ai creditori di decreto di non farsi luogo al procedimento di accertamento del passivo relativamente ai crediti concorsuali ex art. 102 L. F.
Tabella riepilogativa attività accertamento del passivo

III – L’ACCERTAMENTO DELL’ATTIVO E L’AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO 1. Rapporto riepilogativo semestrale Formula n. 34 – Relazione ex art. 33 L.F.
2. Deposito nel fascicolo fallimentare, diritto di visione degli atti, deposito di somme 3. Decisioni sull’attività di impresa
3.1 Esercizio provvisorio dell’impresa
Formula n. 35 – Istanza del curatore per l’esercizio provvisorio di azienda Formula n. 36 – Rendiconto dell’attività
3.2 Affitto dell’azienda o di rami dell’azienda 4. Contratti in corso. Disciplina generale Formula n. 37 – Istanza al giudice per l’autorizzazione al subentro nel contratto
4.1 Vendita con riserva di proprietà
Formula n. 38 – Istanza al giudice per la scioglimento da contratto con riserva di proprietà
4.2 Il contratto preliminare, contratti non ancora eseguiti
4.3 Contratto di affitto di azienda
Formula n. 39 – Istanza per la continuazione del fitto di azienda e considerazioni di congruità del canone Formula n. 40 – Istanza per il recesso del fitto di azienda Formula n. 41 – Comunicazione recesso del fitto di azienda
4.4 Contratto di locazione di immobili
4.4.1 Fallimento del locatore
4.4.2 fallimento del conduttore
4.4.3 Revocatoria fallimentare
Formula n. 42 – Disdetta del contratto di locazione Formula n. 43 – Istanza per il recesso del contratto di locazione Formula n. 44 – Comunicazione recesso del contratto di locazione Formula n. 45 – Richiesta pagamento canoni di locazione Formula n. 46 – Raccomandata di messa in mora
4.5 Il contratto di leasing
4.6 Contratto di appalto
4.7 Il Contratto di assicurazione
4.8 Il contratto di conto corrente, mandato, commissione Formula n. 47 – Richiesta di documentazione bancaria ex art. 119 TUB
4.9 Il contratto di mandato
4.10 Il contratto di factoring
5. Avvio di procedure giudiziali, autorizzazione al giudizio Formula n. 48 – Relazione per l’avvio di causa ex art. 44 L. F. con contestuale nomina di legale Formula n. 49 – Relazione per l’avvio di causa ex art. 44 L. F. con contestuale nomina di legale Formula n. 50 – Relazione per l’avvio di azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore di società di capitali con contestuale nomina di legale Formula n. 51 – Istanza del curatore per l’ammissione al gratuito patrocinio Tabella riepilogativa attività di amministrazione e di accertamento dell’attivo

IV – LA REVOCATORIA FALLIMENTARE
1. Il fondamento e la natura della revocatoria fallimentare 2. Atti anormali per l’imprenditore commerciale art. 67, primo comma, L. F.
2.1 Atti con prestazioni sproporzionate
2.2 Pagamenti con mezzi anormali
2.2.1 La datio in solutum
2.2.2 Delegazione passiva di pagamento
2.2.3 Cessione del credito
2.2.4 Mandato in rem propriam all’incasso
2.2.5 Mandato in rem propriam a vendere
2.2.6 Cessione di polizze di pegno
2.3 Garanzie per debiti preesistenti non scaduti
2.4 Garanzie per debiti preesistenti scaduti 3. La prova della conoscenza dello stato di insolvenza nella revocatoria ex art. 67, primo comma, L. F.
4. Atti normali per l’imprenditore commerciale art. 67, secondo comma
4.1 Il pagamento di debiti liquidi ed esigibili
4.1.1 Adempimento del terzo
4.1.2 Garanzia dell’adempimento del debito altrui 5. La prova della scientia decoctionis nella revocatoria ex art. 67, secondo comma, L. F.
5.1 Protesti
5.2 Procedure esecutive immobiliari
5.3 Procedure esecutive mobiliari
5.4 Decreti ingiuntivi
5.5 Ricorsi di fallimento
5.6 I bilanci della società fallita
5.7 Ordinanza di sfratto
5.8 Notizie di stampa
5.9 Solleciti al rientro. Piani di rientro 5.10 Rapporto di parentela tra le parti
5.11 Società collegate. Associazione temporanea di imprese (ATI)
5.12 Accettazione di un concordato fallimentare o stragiudiziale, amministrazione controllata
5.13 Accettazione di pagamenti in via transattiva inferiori ai crediti vantati
5.14 Il ritardo nei pagamenti
5.15 Assegni postdatati. Pagamento con effetti cambiari
5.16 Ricorso alla cassa integrazione
5.17 Dichiarazioni rese al curatore
6. Le esenzioni dalla revocatoria
6.1 I pagamenti di beni e servizi effettuati nell’esercizio dell’attività d’impresa nei termini d’uso
6.2 Le rimesse effettuate su un conto corrente bancario, purché non abbiano ridotto in maniera consistente e durevole l’esposizione debitoria del fallito nei confronti della banca
6.3 Le vendite ed i preliminari di vendita trascritti conclusi a giusto prezzo ed aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo, destinati a costituire l’abitazione principale dell’acquirente, ovvero immobili ad uso non abitativo destinati a costituire la sede principale dell’attività d’impresa dell’acquirente
6.4 Esenzioni e limiti alla esperibilità dell’azione revocatoria fallimentare nella nuova legge a tutela degli acquirenti degli immobili da costruire
6.5 Gli atti, i pagamenti e le garanzie concesse su beni del debitore purché posti in essere in esecuzione di un piano che appaia idoneo a consentire il risanamento dell’esposizione debitoria dell’impresa e ad assicurare il riequilibrio della sua situazione finanziaria
6.6 Atti, pagamenti e garanzie posti in essere in esecuzione del concordato preventivo, dell’amministrazione controllata, nonché dell’accordo omologato, atti posti in essere dopo il deposito della domanda di concordato
6.7 I pagamenti dei corrispettivi per prestazioni di lavoro effettuate da dipendenti ed altri collaboratori, anche non subordinati, del fallito
6.8 Pagamenti di debiti liquidi ed esigibili eseguiti alla scadenza per ottenere la prestazione di servizi strumentali all’accesso alle procedure concorsuali di amministrazione controllata e di concordato preventivo
6.9 La revocatoria dei pagamenti avvenuti tramite intermediari specializzati, procedure di compensazione multilaterale o dalle società di cui all’articolo 1 della legge 1966/39 6.10 Le esenzioni per l’istituto di emissione, per le operazioni di credito su pegno e di credito fondiario; le disposizioni delle leggi speciali
7 Prescrizione, oggi decadenza, dell’azione revocatoria

V – DELLA CHIUSURA DEL FALLIMENTO, OPERAZIONI FINALI 1. Rendiconto del curatore
1.1 Udienza di verifica del conto di gestione Formula n. 52 – Conto della gestione Formula n. 53 – Avviso ai creditori ed agli altri interessati 2. Il Compenso del curatore Formula n. 54 – Istanza di liquidazione del compenso del curatore del fallimento di una srl 3. Ripartizione Formula n. 55 – Progetto di ripartizione Formula n. 56 – Avviso ai creditori del deposito del progetto di riparto Formula n. 57 – Istanza per l’esecutività del progetto di riparto ai sensi dell’art 110comma 4 L. F 4. La chiusura del fallimento Formula n. 58 – Istanza di chiusura del fallimento ex art. 118 n. 1) L. F Formula n. 59 – Istanza di chiusura del fallimento ex art. 118 n. 2) L. F. a seguito di integrale pagamento dei creditori ammessi Formula n. 60 – Istanza di chiusura del fallimento ex art 118 n. 2) L. F. a seguito di sopravvenuti atti di rinunzia al credito ammesso al passivo Formula n. 61 – Istanza di chiusura del fallimento ex art 118 n. 3) L. F. a seguito di ripartizione finale dell’attivo Formula n. 62 – Istanza di chiusura del fallimento ex art 118 n. 4) L. F. a seguito di ripartizione finale dell’attivo Tabella riepilogativa attività finali del curatore

VI – ADEMPIMENTI FISCALI DEL CURATORE FALLIMENTARE 1. Adempimenti iniziali 2. Adempimenti fiscali durante la procedura 3. Adempimenti fiscali per il caso di vendite immobiliari 4. Adempimenti fiscali in sede di chiusura 5. Adempimenti del curatore in caso di produzione di reddito dal fallimento

APPENDICE
D.M. 25 gennaio 2012, n. 30 – Regolamento concernente l’adeguamento dei compensi spettanti ai curatori fallimentari e la determinazione dei compensi nelle procedure di concordato preventivo Circolare dell’Agenzia delle Entrate 22 marzo 2002, n. 26/E – Applicazione della normativa relativa alle procedure concorsuali disciplinate dal R.D. 16 marzo 1942, n. 267, cosiddetta Legge fallimentare Tabella dei Codici Tributo Modello IVA 74-bis 2013

Condividi ora!