Importante delegazione turistica cinese a Verona. Hanno accolto gli ospiti in Municipio l’assessore Antonio Lella ed il presidente di Confcommercio e dell’Aeroporto Catullo, Paolo Arena.

di admin
Nel buio creato dalla crisi, che colpisce senza pietà molti settori della vita economica, un fatto e notizie apportatori di luce promettono un'evoluzione interessante per il turismo nel nostro territorio. Se c'è da dirsi contenti del maggiore numero di turisti, che nella trascorsa stagione si sono potuti contare (sebbene tali visitatori abbiano speso meno che…

Verona e provincia, infatti, con le loro bellezze naturali ed artistiche e la fine ospitalità, sono al centro di ampio interesse cinese in fatto di turismo, interesse confermato dal dato, per cui l’80% dei turisti della grande Cina si pongono come meta principale l’Italia e, in particolare, la nostra città ed il Garda. Allo scopo di conoscere quanto può offrire in servizi l’Aeroporto Catullo e prendere visione di hotels, paesaggio ed enogastronomia veronesi, ha raggiunto la nostra città, sabato sera, 3 novembre, una folta delegazione cinese – trent’uno persone, rappresentanti undici importantissime agenzie di viaggio – guidata dal vicepresidente di “Caissa touristic Group”, Ren Jun. Da tenere presente che ognuna delle dette agenzie dispone di decine di sportelli in numerose città cinesi, sino a raggiungerne, ciascuna, qualche centinaio in tutta la Cina.
La presenza a Verona del folto gruppo d’operatori di Pechino mira a fare convergere su Verona e provincia una buona parte del turismo cinese, per cui si provvederà, in questi giorni, all’allacciamento di rapporti diretti, attraverso uno speciale work shop e, quindi, a mezzo di contatti a tu per tu, previsti sul Lago di Garda a cura di Confcommercio di Verona.
A dare il benvenuto scaligero alla delegazione cinese in Municipio, nella splendida Sala Rossa, sono stati l’assessore Antonio Lella – che, fra l’altro, si è premurato di offrire agli ospiti anche dati introduttivi sulla storia e sulle istituzioni di Verona; il presidente di Confcommercio e presidente dell’Aeroporto Catullo, Paolo Arena; Carmine Bassetti, direttore generale dell’aeroporto veronese; Paolo Artelio, presidente di “Lago di Garda è…” e Giorgio Sartori, direttore generale di Confcommercio. Fra i temi, che in questi giorni, saranno trattati, oltre a quello di quanto offrono Verona ed il lago di Garda, c’è quello basilare dell’sitituzione di voli charter, che congiungano costantemene la Cina con Verona, fattore indispensabile per convogliare sul Veronese il flusso turistico, che, come accennato, gli operatori turistici cinesi sono molto interessati a promuovere. Questo, anche perché Verona, peraltro, centro musicale e lirico d’importanza mondiale, con la sua arena, e in grado d’offrire ospitalità con alto gardo di professionalità, è situata in una posizione geografica centrale, che permette, con diversi mezzi di comunicazione, con agio e comodità, di raggiungere rapidamente molte città viciniori, mare e Dolomiti.
La visita della delegazione cinese è stata promossa dalla Fondazione Italia-Cina, per interessamento diretto del noto attore e regista veronese Fabio Testi. Ha collaborato a portare in Italia la delegazione Simone Cianferoni, conoscitore di un ottimo cinese-mandarino e attivo presso la Fondazione Italia-Cina di Pechino.
Si apre, quindi, per Verona una nuova porta di potenziale afflusso turistico, che con la disponibilità riservata oggi al gruppo in parola e l’attenzione che verrà accordata in futuro agli amici cinesi, sarà sicuramente di benefico effetto per ambo le parti. La buona volontà non manca e gli ospiti hanno capito che essi, nel Veronese, saranno i benvenuti. Le Autorità, che li hanno accolti nella città di Cangrande, lo hanno loro dimostrato in modo sollecito e con alto grado d’ospitalità, risultati, peraltro, molto graditi.

Condividi ora!