Sostegno del sindaco Tosi ad ATV, impegnata nella trattativa per l’applicazione del nuovo contratto unico

di admin
Sostegno alla dirigenza ATV impegnata nel risanamento dell’Azienda, da parte del sindaco Tosi, e rassicurazioni ai lavoratori dell’Azienda per quanto riguarda il mantenimento degli impegni presi con l’accordo sul nuovo contratto unico.

E’ quanto emerso dall’incontro tra il primo cittadino, il direttore generale di ATV Stefano Zaninelli, ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Fit Cisl, Faisa Cisal e Ugl, firmatarie dell’accordo che, se confermato dal referendum tra i lavoratori, porterà all’applicazione definitiva del nuovo contratto unico aziendale.
“Il contratto unico era una delle priorità poste dal piano industriale che ha portato alla nascita di ATV – ha commentato il sindaco Tosi – ed è tanto più necessario arrivare ad applicarlo oggi perché grazie ai risparmi ed all’aumento di produttività che renderà possibili, l’Azienda potrà completare il percorso di risanamento intrapreso. E’ chiaro che se ATV raggiungerà al più presto, come previsto, il pareggio di bilancio, non si renderà necessario valutare strade alternative, come l’ingresso di soci privati, sull’esempio di Genova o Firenze, dove verranno applicati contratti di lavoro privatistici, meno onerosi per le aziende, ma con minori garanzie per i lavoratori. Una scelta che vorremmo in tutti i modi evitare, data la rilevanza del trasporto pubblico come servizio di carattere sociale”.
“Sono convinto – ha aggiunto il sindaco Tosi – che ATV ha al suo interno le risorse umane e di professionalità necessarie per raggiungere questo obiettivo, senza penalizzare economicamente i lavoratori”.
Dal canto loro, i rappresentanti sindacali firmatari dell’accordo, hanno espresso al sindaco preoccupazione per il clima di tensione presente oggi in ATV.
“Noi siamo fermamente convinti che il futuro dell’Azienda passi dall’applicazione del nuovo contratto unico – dichiara Stefano Ferrari, segretario della Faisa Cisal – ma finora le difficoltà tecniche incontrate dagli uffici aziendali nel calcolo della prima busta paga con i nuovi criteri stanno creando un comprensibile nervosismo tra i dipendenti, ottanta dei quali si sono visti decurtare lo stipendio a causa di errori di calcolo, anche se poi prontamente sanati. Inoltre le distorsioni nell’organizzazione dei turni di guida costringono il personale a svolgere ben più delle 39 ore settimanali previste dall’accordo”.
“Siamo comunque soddisfatti delle rassicurazioni del sindaco Tosi – continua Ferrari – che ha garantito il suo interessamento affinchè già dal prossimo mese vengano eliminate le distorsioni e corretti i calcoli degli stipendi, in modo da rispettare i termini dell’accordo che prevede, a fronte del maggior impegno lavorativo chiesto al personale, il mantenimento dei livelli retributivi storici per le voci fisse della busta paga, insieme ai saldi finali ed ai contributi a fini pensionistici”.
“Siamo consapevoli di portare avanti un difficilissimo passaggio storico – aggiunge il segretario della Fit Cisl Severino Alberti – e siamo convinti che dal successo del contratto unico passi il futuro di ATV come azienda pubblica. Per questo le nostre organizzazioni sindacali hanno agito con senso di responsabilità firmando l’accordo ed esponendosi in prima persona davanti ai lavoratori. E’ chiaro però che tutti devono fare la propria parte, l’Azienda in primis, ma anche la politica e le istituzioni, visto che ATV è patrimonio di tutta la collettività. Noi faremo l’impossibile al tavolo delle trattative, ma se gli impegni presi non saranno rispettati, potremmo essere costretti a ritirare la firma dall’accordo”.

Condividi ora!