La nuova mediazione tributaria è facile e veloce Siglato accordo tra Agenzia delle Entrate e Commercialisti del Veneto

di admin
La mediazione tributaria diventa ancora più veloce e “a misura di contribuente” grazie all’intesa siglata oggi tra Agenzia delle Entrate e commercialisti del Veneto. Il nuovo istituto della mediazione tributaria, entrata in vigore il 1° aprile 2012 permette ai contribuenti di chiudere le liti fiscali fino a 20mila euro di valore in tempi brevi e…

Con l’accordo sottoscritto l’Agenzia delle Entrate e gli Ordini territoriali dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili del Veneto hanno individuato concrete modalità operative per utilizzare al meglio questo nuovo strumento a tutto vantaggio dei contribuenti.

I termini dell’intesa – L’Agenzia delle Entrate si impegna a comunicare all’interessato, entro 20 giorni, se l’istanza presentata è ammissibile e il nome del funzionario che la controparte potrà contattare direttamente. Importante anche l’impegno da parte dell’Agenzia a ritenere validi i pagamenti anche quando siano viziati da irregolarità scusabili – come, ad esempio, versamenti lievemente in ritardo o di somme inferiori al dovuto – purché l’irregolarità sia subito sanata.

Gli Ordini dei Commercialisti si impegnano a informare i propri iscritti sui vantaggi della mediazione tributaria, a sostenerne l’utilizzo da parte dei contribuenti e ad operare con spirito collaborativo nel momento del contraddittorio con l’Agenzia delle Entrate.

“Questo accordo è uno strumento prezioso a favore del territorio – ha dichiarato il Direttore regionale del Veneto dell’Agenzia delle Entrate, Giovanni Achille Sanzò. Il protocollo d’intesa prevede la creazione di un iter rapido attraverso il quale i contribuenti saranno messi in grado di trovare soluzioni soddisfacenti e in tempi certi alle proprie controversie fiscali”.

Secondo il Presidente dei Commercialisti di Padova, Tiziana Pradolini – l’Ordine che ha coordinato la trattativa con l’Agenzia – “Questo è per tutti un impegno molto concreto e una grande opportunità per dare più equilibrio al rapporto fisco/cittadino. Con la mediazione, chi è in buona fede avrà la possibilità di chiarirlo in tempi veloci. Chi ha sbagliato sarà messo in condizione di rimediare”.

Condividi ora!