Dal 18 al 22 ottobre 2012 si terrà l’ottava edizione di ArtVerona Una fiera al passo coi tempi, in cui il sistema dell’arte italiano intende ribadire la sua vitalità.

di admin
Anche attraverso una serie di iniziative che vanno a proporre nuovi modi di entrare nel mercato, daparte di collezionisti e operatori. ArtVerona si è accreditata negli anni come uno dei principali appuntamenti italiani del mercato dell’arte moderna e contemporanea, anche alla luce di alcune intuizioni che l’hanno identificata come la fiera delle gallerie italiane, la…

In virtù della sua natura atipica, ArtVerona – che si conferma sotto la direzione artistica di Massimo Simonetti e la consulenza di un Comitato Consultivo composto da Andrea Bruciati, Giorgio Fasol, Manuela Magliano Pellegrini e Paolo Valerio – si è aperta, nel corso delle ultime edizioni, a format innovativi quali StartingCollection.com, Independents, e, da quest’anno, ArtVeronaEasyArea, che si sono rivelati da apripista per altre realtà del sistema dell’arte.
In tale ottica, ArtVerona affianca a StartingCollection.com – l’iniziativa on line nata nel 2008 e dedicata all’individuazione di opere di investimento fino ai 6000 euro, pubblicate dalle gallerie partecipanti alla manifestazione e tese a rispondere a un nuovo target di collezionisti – ArtVeronaEasyArea, la sezione nata a marzo 2012, volta a ospitare in fiera gallerie, che presenteranno personali di uno o due artisti ed esporranno, in spazi standard di 12 mq, opere di valore fino a 6.000 euro, sulla scia delle nuove esigenze di mercato.
Sviluppa il format di Independents3 – la sezione ideata nel 2010 da Cristiano Seganfreddo di Fuoribiennale, che per la prima volta ha visto ospitare in un contesto fieristico tutte quelle realtà creative autonome rispetto alla rete
più istituzionale, fino ad allora snobbate dal sistema più autorevole, spesso catalizzatrici di nuove forme ed espressioni artistiche – aprendo anche ai blog d’arte e all’editoria indipendente.
Conferma On Stage, l’articolato progetto curatoriale di Andrea Bruciati, che, nell’intento di promuovere fattivamente la ricerca nel sistema dell’arte contemporanea – dopo aver individuato una selezione di gallerie giovani
nel 2009, di artisti emergenti nel 2010, di neo collezionisti nel 2011 – in I benandanti invita 9 giovani curatori a identificare ciascuno due artisti (uno under 30 e uno mid-career) con cui costruire dei talk aperti al pubblico per
confrontarsi sul complesso rapporto curatore/artista/committente nell’attuale panorama del contemporaneo.
Propone ArtVeronaYoung, una nuova sezione – realizzata in collaborazione con Aster – interamente dedicata all’avvicinamento all’arte dei più giovani (target dai 4 ai 14 anni), non solo con laboratori, ma anche con percorsi e opere pensate appositamente per loro, in collaborazione anche con Artforkids.
Impegnata nell’offrire nuove prospettive e occasioni per fare il punto sul delicato momento storico che stiamo attraversando, per interrogarsi e cercare nuove formule e approcci di rinnovamento del mercato dell’arte, anche attraverso il ricco programma di incontri sviluppati all’interno di FaceToFace, ArtVerona coinvolge istituzioni quali il MART di Trento e Rovereto, diventato negli anni il museo di riferimento, a cui destina l’opera vincitrice del Concorso ICONA, la cui commissione quest’anno sarà presieduta da Cristiana Collu, direttore del polo museale trentino e da Paola Marini, coordinatrice dei Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona; il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, con cui da anni collabora, che vedrà, dal 29 settembre 2012 al 27 gennaio 2013, ospitare nei suggestivi spazi scaligeri la mostra NeoRealismo – La nuova immagine in Italia 1932- 1960 a cura di Enrica Viganò, con l’obiettivo di indagare il ruolo della fotografia rispetto a tale ‘movimento espressivo’, in relazione anche ad altri ambiti artistici, quali il cinema e la letteratura, e al contesto storico, che secondo gli autori vede già nel Fascismo i germi del Neorealismo, da non confinare al periodo del dopoguerra; l’Archivio Regionale di Video Arte del Veneto, che da tempo ci vede partner sostenitori, con oltre 100 video d’artista dati ad oggi in deposito, grazie alla rassegna VideoArtVerona quest’anno curata da Cecilia Freschini, che in Playtime ha selezionato 9 video di artisti italiani, accomunati dal velo dell’ironia, in mostra presso il Centro Audiovisivi del Comune di Verona, dal 12 ottobre al 17 novembre 2012; il Teatro Stabile di Verona, che rinnova la rassegna TheatreArtVerona, con una selezione di appuntamenti dedicati al dialogo tra
teatro e arte. Ha avviato inoltre collaborazioni con diverse Associazioni attive nel territorio, quali: Interzona, a cui è affidata la curatela di SoundArtVerona, con il DJ Set Comizi d’Amore di Stefano Ghittoni (giovedì 18 ottobre, nella hall tra i padiglioni 6 e 7 di Veronafiere, dalle 19 alle 20.30); Idem, che promuove una serata di
Conversazione con Massimo Cacciari al Teatro Nuovo (giovedì 18 ottobre alle 21) e Contemporanea Verona, con iniziative in fiera e in città.
e

Condividi ora!