Banco Popolare. Core Tier 1 al 9,61%, come richiesto dall’Autorità Bancaria Europea.

di admin
La notizia è di somma importanza. L'8 dicembre 2011, l'Autorità Bancaria Europea richiese a 27 istituti di credito europei, fra i quali il Banco Popolare, di rafforzare sino al 9% il proprio capitale, entro il giugno 2012.

Ciò, allo scopo di ridare condizioni di maggiore stabilità sui mercati ai relativi titoli, che risentivano fortemente (parliamo limitandoci al settore italiano) della forte caduta in linea capitali delle quotazioni dei Btp e di altrettanto forte, relativo aumento dei tassi di remunerazione di tali titoli all’emissione. Una caduta espressa, ormai è noto, dall’aumento del differenziale o spread, fra remunerazione dei Buoni del Tesoro decennali tedeschi ed italiani.
È di ieri, 3 ottobre 2012, dunque, la buona notizia che l’Autorità Bancaria Europea riconosce al Banco Popolare un Core Tier 1 – indicatore importantissimo in percentuale della solidità patrimoniale degli istituti di credito, dato da capitale azionario e riserve, nonché da utile non distribuito e previsto dagli accordi bancari di Basilea – del 9,6%. I sacrifici hanno dato, quindi, risultato positivo, superando il semplice 9% previsto. Ora si tratta di perseverare.
In tema di Certificati del Tesoro, per le banche la situazione è attualmente migliore rispetto a mesi orsono, sia perché, s’è ridotto il noto differenziale ed i corsi si sono ripresi, sia per l’azione governativa, che, ed è essenziale, per la recente garanzia di acquisto sul mercato (secondario) di titoli pubblici da parte della Banca Centrale Europea.

Condividi ora!