31/8-4/9/12: le cinque giornate di Soave per l’Emilia

di admin
I gruppi associazionistici di Soave si mobilitano per la ricostruzione di Mirabello, paese ferrarese colpito dal terremoto, attraverso l'organizzazione di iniziative d'intrattenimento nel centro storico del borgo

Tra gli eventi in programma, la marcia Enonotturna lungo le mura di Soave, l’asta di beneficenza di bottiglie Jeroboam (da 3 litri) di Recioto di Soave Docg e la tavolata di chiusura sotto le stelle

Dall’1 al 3 settembre 2012, nel borgo torna anche l’appuntamento enoico più atteso dell’anno, Soave Versus. Tra gli eventi in calendario, la T.R. “Nuovi turismi e nuovi mercati, il Soave guarda al mondo”.

“Nel 2010 e nel 2011 Soave ha vissuto momenti molto difficili con le alluvioni ed i Soavesi non possono dimenticare il coraggio che è stato loro dato dalla solidarietà di molta gente, mentre ci si rimboccava le maniche per tornare alla normalità. Ora spetta a noi fare qualcosa per chi, da alcuni mesi, ha visto cambiare la propria vita a causa del terremoto”. L’invito a mobilitarsi in favore delle zone colpite due mesi fa dal sisma arriva da Lino Gambaretto, sindaco di Soave, che di concerto con una ventina di associazioni del paese ha dato vita a “Insieme per l’Emilia”, in programma nel borgo scaligero dal 31 agosto al 4 settembre p.v. per tendere la mano alla gente di Mirabello, comune ferrarese di 3.500 anime, che in seguito al terremoto ha subito gravi danni negli edifici simbolo per la comunità, la piazza, la chiesa, la canonica, il municipio, le scuole e il teatro.

Divertirsi non ha mai fatto così bene. Nelle giornate di solidarietà il centro storico del borgo si animerà di spettacoli teatrali e musicali, eventi sportivi e momenti conviviali per la maggior parte a offerta libera. Il ricavato raccolto presso gli stand e durante le manifestazioni in calendario sarà devoluto interamente alla ricostruzione di Mirabello, gli organizzatori confidano dunque sulla generosità dei partecipanti. Tra le iniziative in programma, ricordiamo l’Enonotturna, a cura di GSD Valdapone, prevista venerdì 31 agosto. La marcia consta di una parte non competitiva che si svolge sempre sul percorso illuminato di 3 km lungo le mura di Soave dalle ore 18.30 alle 22.00, ripetibile a piacimento per gustarsi il magnifico panorama (iscrizioni gruppi sino ore 13.00 del 31/8, singoli mezz’ora prima dalla partenza, quota 3,00 euro comprensiva di una bottiglia di Soave Doc e una confezione di riso, oppure 1,50 euro solo per servizi e ristori, info: www.montefortiana.org). Domenica 2 settembre, tra concerti e performance sportive, saranno aperti gli stand gastronomici a cura della Pro Loco Soave (foro Boario da ore 11.00) ed i chioschi per l’aperitivo a cura di Strada del Vino Soave, Consorzio del Soave e Coldiretti Soave (piazza Mercato Grani da ore 12.00). Ed ancora, sempre domenica sarà possibile acquistare del formaggio grana padano e partecipare all’asta di beneficenza (ore 21.00, parco Zanella-Via Camuzzoni) che metterà all’incanto bottiglie di vino dipinte dagli artisti di Soave in Arte: si tratta di Jeroboam (da 3 litri) di Recioto di Soave Docg, battitore d’asta d’eccezione Paolo Menapace, presidente della Strada del Vino Soave. A chiudere la manifestazione benefica, la tavolata sotto le stelle organizzata in via Camuzzoni martedì 4 settembre alle ore 19.30 dal Gruppo Alpini Soave.

Soave Versus, tra degustazioni e mercato. Dall’1 al 3 settembre p.v. il borgo ospiterà anche l’XI edizione di Soave Versus, la più importante manifestazione enoica del territorio organizzata da Strada del Vino Soave, Consorzio del Soave e Associazione Soave Versus. Ogni sera, dalle 18.00 alle 23.00, negli eleganti spazi del chiostro del Palazzo del Capitano, sarà possibile degustare le varie espressioni del Soave insieme a specialità gastronomiche artigianali veronesi e venete. Il costo d’ingresso alla manifestazione è di 20,00 euro, comprensivo del calice d’assaggio e della partecipazione alla tavola rotonda prevista lunedì 3 settembre alle ore 18.00 (Sala delle Feste, Palazzo del Capitano) dedicata a “Nuovi turismi e nuovi mercati, il Soave guarda al mondo”.

Condividi ora!