Flavio Tosi risponde alle domande di Veronaeconomia

di admin
Il politico Flavio Tosi risponde ad alcune domande su temi di interesse generale offrendo una panoramica delle sue visioni politiche in ambito economico.

D: Vista la polemica di questi giorni sull’uso della concertazione, ritiene che la concertazione sindacati Confindustria sia un bene per il nord o che abbia provocato più problemi?
La concertazione può essere uno strumento utile se usato correttamente, vale a dire se questo non implica un diritto di veto da parte delle forze sindacali con le quali ci si confronta e si discute. È certamente sempre utile il confronto, ma occorre poi una capacità decisionale che vada anche in senso generale perché le parti sociali singolarmente prese non sono rappresentative dell’intera società. Quindi se usata correttamente la concertazione può anche essere utile, il problema è che in Italia è diventata negli ultimi anni semplicemente una contrattazione destinata a salvaguardare l’immobilismo.
D: La ricerca, in specie quella scientifica, è una delle cenerentole della spesa pubblica in Italia, secondo lei quali strumenti immediati si dovrebbero utilizzare per rilanciare questo settore?
È vero che la ricerca scientifica in Italia è stata progressivamente impoverita questo dipende dall’assetto del sistema universitario. Occorrerebbe una riforma del sistema scolastico e universitario che portasse le università stesse ad evitare spese inutili, corsi superflui, per concentrarsi invece sulle questioni essenziali. Sotto questo profilo va completamente rivista la questione delle lauree triennali e va invece modificato il sistema d’accesso in modo da garantire una effettiva selezione che consenta non solo l’accesso all’università ma anche la frequentazione a quelli che hanno effettivamente voglia di studiare.

Condividi ora!