Viticoltura e fitofarmaci. Il Consorzio Tutela Vini della Valpolicella per una viticoltura sana e sostenibile

di admin
Nella verde tenuta “Prunea” di Sant’Ambrogio di Valpolicella, si è tenuta – a cura del Consorzio Tutela Vini della Valpolicella – una rassegna importante e molto didattica sull’impiego dei fitofarmaci in viticoltura. Scopo della manifestazione – già alla sua seconda edizione – è stata la presentazione, per una coltivazione il più possibile sostenibile, di metodi…

Il tutto basato sui grandi concetti: “riduci” la quantità di fitofarmaco impiegato, “risparmia” in fitofarmaco e in acqua, nonché “rispetta” l’ambiente e la coltura stessa, pur mirando alla necessaria qualità. Da esperti, è stato possibile assumere informazioni adatte in fatto di tecniche disponibili, come l’orientamento del flusso per evitare la deriva (contaminazione di altre produzioni), riduzione dell’uso di prodotto, recupero e riciclo della soluzione irrorata (e di acqua), che non abbia colpito il bersaglio, controllo funzionale degli atomizzatori e, quindi, taratura degli stessi, ecc.
Diverse macchine irroratrici erano all’opera fra i filari di un vitigno di recente impianto, allevato a guyot, con interfila di 2,20m, a onde rendere possibile il passaggio di trattore e di irroratrice.
Dieci ditte hanno presentato le loro macchine, che garantiscono le caratteristiche di coltivazione suddette: Favaro, Montebelluna TV; Lochmann di Turrini, Pescantina VR; Martignani, S. Agata sul Salterno RA; Mitterer, Terlano BZ; Bertini, Castel Bolognese RA; Ricosma, Rovigo; Friuli, Torviscosa UD; Caffini, Palù VR; Vicar, Faenza, e Florida, Belfiore VR. Presente anche la nota e tedesca BASF, Badische Anilyn- und Sodafabrik, con la completa gamma dei suoi prodotti per la difesa della vite, in particolare, con l’antiperonosporico Enervin Top.
Obiettivo principale del Consorzio Valpolicella: fare crescere fra i soci la consapevolezza che la qualità del vino non può prescindere dalla qualità del territorio, che, per tale motivo, va salvaguardato, con le tecniche ed i mezzi più moderni.

Condividi ora!