Altri posti di lavoro persi. E a Roma si danno da fare per far aumentare i disoccupati!

di admin
La recente approvazione della riforma del lavoro che appesantisce ancora le regole per chi assume e licenzia costringendo le imprese a vincoli sempre maggiori ritarderà la ripresa economica e la crescita.

I parlamentari di una maggioranza anomala ed il Governo privo di rappresentanza ne stanno combinando un’altra: dopo le tasse che con un eufemismo il Governatore della Banca d’Italia ha detto “ ritarderà” la crescita, ora in nome di una tutela del lavoro che non c’è, sono state approvate norme garantiste per cui un ‘impresa gravata da ulteriori costi e priva di sbocchi commerciali in un Paese ove la libera iniziativa privata è vista come la peste ( anche se i rischi ci sono e vanno ridimensionati il più possibile). Chi andrà ad assumere sapendo la mannaia legislativa che incombe, preferirà non assumere nessuno o, in violazioni di legge, aumenteranno coloro che rischiano il lavoro nero con la complicità del lavoratore. Si procede dunque verso uno Stato di polizia in cui, si aumentano le tasse e si comprime la produttività, si avvantaggia il rischio l’evasione, e si manderanno le forze dell’ordine in giro a reprimere reati in un crescendo di crisi e di scoramento. In Spagna nei primi mesi del 2012 sono spariti oltre 70 mld di € portati all’estero, in Italia, saranno ben di più, chi può si salva estero-investendo i sudati risparmi. I mercati immobiliari stanno crollando e li carichiamo di IMU, qualcuno al Governo dice, abbiamo fatto gli ingordi ed ora dobbiamo purgare. Non credo che chi prendeva pensioni sociali, anche illegittime o pensioni di invalidità di 1000 euro, anche non dovute, fossero ingordi, rubavano è vero, ma spessissimo si trattava di povera gente che usava questi trucchi illeciti per vivere. Queste misere somme in altre nazioni evolute si chiamano assegni minimi di mantenimento per il decoro della persona. L’euro è stato un gravissimo errore di valutazione, un’idea giusta in mani sbagliate, chi ha commesso questi errori madornali sono ancora al potere e , pur ammettendo talvolta alcuni errori, sono pronti a scaricare le colpe addosso alla massa inerme che reagisce con l’italico arrangiarsi.

Condividi ora!