Studenti del Provolo premiati dalla Texa, l’azienda trevigiana che punta sulla formazione dei giovani.

di admin
Hanno sedici anni e si sono classificati secondi alla competizione nazionale “Texa Diagnosis Contest 2012, i due studenti dell’Istituto Professionale A. Provolo di Verona, Massimiliano Beghini e Fin Elvis (nella foto con il direttore Ricerca e Sviluppo di Texa Manuele Cavalli e il loro insegnante Marco Zanotti) dietro solo ai ventenni Sebastian Kieker e Marco…

La competizione, giunta quest’anno alla sua quarta edizione e dedicata ai giovani meccanici, è stata organizzata nella sede di Monastier della Texa, azienda di elettronica industriale, leader nella produzione di strumenti per la diagnostica dei guasti sui veicoli.
“Questo secondo posto”, sostiene la Preside dell’Istituto Provolo Luisa Bonizzi, “ci dà conferma dell’eccellenza formativa della nostra scuola che nelle precedenti tre edizioni è sempre salita sul podio dei vincitori classificandosi due volte al secondo posto e una volta al primo. ”

La gara ha coinvolto i ragazzi degli ultimi anni (classi terze, quarte e quinte) di 22 istituti professionali e tecnici d’Italia, che si sono cimentati in cinque prove volte a dimostrare la perfetta competenza e padronanza di tutti gli aspetti, teorici e pratici, legati all’elettronica e ai moderni veicoli.

Un progetto promosso da un’azienda attenta alla formazione dei giovani a cui l’Istituto Provolo ha sempre partecipato, per dare agli allievi l’opportunità di mettersi alla prova e sperimentare le proprie capacità, sottolineando l’importanza di collaborare con il mondo produttivo soprattutto in un settore in costante evoluzione come quello della meccatronica.

Gli attestati di merito sono stati consegnati dal direttore Ricerca e Sviluppo di Texa Manuele Cavalli; ha presenziato anche l’assessore regionale all’Istruzione e al Lavoro, Elena Donazzan, che vede in questa manifestazione un importante esempio nel porre i mondi dell’istruzione e del lavoro in confronto reciproco.

Condividi ora!