Ha 137 anni la Fiera di SAN BONIFACIO, Verona. Dedicata a San Marco, si terrà dal 25 al 29 aprile 2012.

di admin
La Fiera è sempre una grande festa, è motivo per la presentazione e l’offerta di merci locali e non, per la conclusione di contratti e, al tempo, motivo di quella socializzazione vera, che permette conoscenze costruttive, che rendono più umana la vita. Se questi elementi non si fossero concretizzati in ognuna delle manifestazioni di San…

San Bonifacio può andarne lieta ed orgogliosa, perché può contare su una prestigiosa istituzione che è motore economico e sociale del suo territorio, il quale, contemporaneamente, presenta anche la 29ª mostra “L’Est Veronese Produce” – esposizione delle migliori e cartteristiche produzioni della zona – il quale non chiacchera, non dà da intendere, ma crea, produce e cresce e, proprio per questo, va riconosciuto ed aiutato. Produrre e crescere significano molte cose, prima fra tutte, l’impegno dell’impresa, della piccola-media impresa, che pure in mezzo a mille difficoltà e all’attuale disastro della schiacciante crisi, sa districarsi fra mille problemi (restrizione del credito, burocrazia, aumento del costo delle materie prime e minori consumi), creando occupazione e ricchezza, due fattori che raramente, oggi, sono in grado di emergere, ma dei quali abbiamo estremamente bisogno.
       Fiera di San Marco a San Bonifacio… Cinque giorni – 25-29 aprile – di rinnovamento della storia del territorio, di appuntamenti con convegni, che sono motivo per meglio conoscere il mondo economico, quello che si impegna e produce, con musica, spettacoli e degustazioni di quei prodotti tipici locali di alto successo, che sono patrimonio inestinguibile di progresso. Di particolare interesse l’incontro pubblico, organizzato dalla Consulta del Lavoro, di giovedì 26 aprile (ore 20,45, nella Sala Civica Berto Barbarani) sul tema “Come affrontare i momenti del cambiamento. Analisi della situazione economica e prospettive per il futuro”, un cambiamento quasi forzato, ma necessario per superare quanto di più difficile il mondo della produzione sta vivendo. Seguirà la consegna del premio “San Bonifacio produce”. Una Fiera, dunque, che non vuole essere solo vetrina d’esposizione di merci, pure importante per dare impulso all’agricoltura, madre della vita, ed all’impresa in genere, ma anche occasione per momenti di riflessione sull’andamento dell’economia, che dobbiamo raddrizzare, aiutandola, tuttavia – non bastando solo la buona volontà e la tenacia dell’imprenditore – nell’interesse comune. La citata mostra “L’Est veronese produce”, che amplia per la 29ª volta la Fiera di San Marco, è esposizione dìeccellenza delle attività produttive del territorio, rappresentando essa tutti i settori di attività: il primario, il secondario, il terziario ed il terziario avanzato. A san Bonifacio, non manca nulla, nemmeno le macchine agricole, che saranno esposte nelle vie del centro… e nemmeno “radio San Bonifacio”! Tutto questo, grazie alla collaborazione fattiva collaborazione fra le amministrazioni comunali, succedutesi nei tempi, con le attive categorie produttive, che sempre hanno partecipato con grinta alle iniziative proposte, direttamente partecipando allìorganizzazione dell’evento “San Marco”.
           La ‘storica’ 137ª Fiera di San Bonifacio è organizzata professionalmente da ‘Multiservizi San Bonifacio srl’, che lavorando per conto del Comune, agisce in collaborazione con tutte le categorie produttive e con la Pro Loco, riunite in un apposito ‘Comitato Fiera’, il quale, se si occupa specificatamente della manifestazione, non perde divista ogni altro elemento determinante per lo sviluppo dell’economia e del territorio nel suo complesso.
           Quest’anno, anno di crisi profonda, le aziende non intendono perdere speranza e voglia di procedere. Lo dimostra il fatto che gli espositori sono perfino in aumento e raggiungono il prestigioso numero di sessantadue, ospitati, innovando, presso il Parcheggio Palù, dove è stata pure ricavata – fatto nuovo ed importante per una fiera e, forse, tale da trovare chi lo imiterà in manifestazioni analoghe – un’area di gioco e di ricreazione per i piccoli dei visitatori. Si aggiunge al tutto la disponibilità di un servizio “internet free”, offerto da un imprenditore locale, per tutta la durata della manifestazione.

Condividi ora!