Fondoprofessioni, al via la sfida dell’innovazione

di admin
Via libera dal CdA di Fondoprofessioni alla nuova offerta formativa. Si moltiplicano i canali di accesso alle risorse erogate da Fondoprofessioni per finanziare la formazione del personale dipendente di studi professionali e aziende.

Nei prossimi mesi al via, dunque, nuove modalità di finanziamento della formazione, nell’ottica di fornire un sostegno concreto alla crescita del comparto delle professioni e alle aziende. Oltre ai tradizioni bandi per il finanziamento di corsi, seminari, formazione personalizzata sul posto di lavoro e interventi a catalogo, spazio ora ad alcune novità assolute.
Azione formativa aggregativa. Il nuovo canale consentirà di finanziare la formazione dei dipendenti di gruppi, aziende, consorzi, reti franchising, strutture aggregate da uno studio professionale, attraverso la disponibilità diretta e immediata delle proprie risorse versate al Fondo. Entrando nel dettaglio, potranno essere finanziate attività corsuali, seminariali e individuali attraverso l’accesso diretto alle proprie risorse accantonate derivanti dal versamento dello 0,30% del monte salari dei dipendenti a Fondoprofessioni. Senza oneri aggiuntivi, dunque, sarà possibile finanziare la formazione del personale sulla base delle effettive necessità di crescita professionale.
Formazione in modalità e-learning. A breve sarà possibile potenziare il finanziamento della formazione in modalità e-learning attraverso l’accreditamento di piattaforme informatiche certificate e la pubblicazione di un bando ad hoc. Obiettivo: incentivare ulteriormente l’accesso alla formazione tra i dipendenti degli studi professionali e delle aziende.
Avviso sociale. Privilegiare l’accesso alla formazione finanziata da parte di giovani, donne, lavoratori delle aree più penalizzate del Paese. E’ questo l’obiettivo del bando di tipo sociale, che prevederà il finanziamento di piani formativi dal contenuto innovativo, finalizzati alla crescita di specifiche categorie di lavoratori, con l’obiettivo di favorire maggiori tutele nel settore delle professioni e nelle aziende.
Modelli formativi innovativi. L’idea del CdA del Fondo è quella di dedicare un plafond di risorse per un bando interamente rivolto al finanziamento di attività formative dal contenuto innovativo, progettate in sinergia con enti formatori, università e regioni. Maggiore attenzione, dunque, verso pratiche formative innovative, per una formazione indirizzata allo sviluppo di nuove competenze. 

Condividi ora!