“Settimana Veronese della Finanza”

di admin
La manifestazione che rinforza il dialogo tra istituzioni finanziarie e territorio.

Oggi, in Sala Rossa al Palazzo Scaligero, l’assessore alle Politiche di bilancio Stefano Marcolini ha presentato la “Settimana Veronese della Finanza”, manifestazione che mette in contatto il territorio con le istituzioni finanziarie.
Erano presenti: Germano Zanini, presidente Finval S.p.a.; Luciano Veronesi, direttore di Apindustria; Luca Castagnetti, presidente Compagnia delle Opere Verona.
Inoltre hanno partecipato alcuni responsabili comunicazione delle istituzioni coinvolte: Giovanni Grazioli, responsabile comunicazione di Cattolica Assicurazioni; Matteo Scolari, direttore di Pantheon.
Prende avvio la terza edizione della “Settimana Veronese della Finanza”, un evento che comprende tre appuntamenti con i vertici del del Banco Popolare, di Cattolica Assicurazioni e di Veneto Sviluppo, i quali incontreranno i cittadini, i rappresentanti del mondo delle imprese, degli istituti di credito, delle università e dei media.
Assessore Marcolini: “L’obiettivo della ‘Settimana Veronese della Finanza’ è di mettere in contatto il territorio e le istituzioni finanziarie. Visto il periodo di grande difficoltà, questo potrebbe sembrare un paradosso, ma è estremamente importante che le banche e gli istituti di credito incontrino le aziende, i lavoratori e i risparmiatori perché un confronto costruttivo può rappresentare un primo significativo passo verso il superamento della difficile congiuntura economico finanziaria. Si tratta di un’importante occasione per fare il punto della situazione, trovare insieme soluzioni per il territorio e far sì che nasca una nuova sinergia tra il mondo del lavoro e quello della finanza”.
Presidente Finval – Zanini: “La terza edizione prende avvio in un clima non particolarmente positivo per il nostro Paese, ma proprio per questo motivo il tavolo diventa un’occasione per discutere insieme degli elementi critici e delle lacune del mondo del lavoro e della finanza. Noi desideriamo che dal dialogo nascano risposte concrete per il territorio ed è perciò che siete tutti invitati a partecipare agli appuntamenti che si terranno nella sala conferenza ‘Just Italia’ a Grezzana i giorni 12, 16 e 23 aprile alle ore 20.45”.
Direttore Apindustria – Veronesi: “Credo che il mondo della finanza sia in un momento particolarmente critico. Questa iniziativa è l’occasione per parlare e discutere dei problemi  pressanti che incombono su imprese e lavoratori; in particolare le piccole aziende e gli artigiani hanno bisogno di fare chiarezza sui tempi della crisi e visualizzare prospettive future. Non dimentichiamo che le piccole e medie imprese rappresentano il 90% dell’economia sia nazionale che veronese”.
Presidente Compagnia delle Opere – Castagnetti: “Nella situazione di difficoltà economica che stiamo vivendo oggi occorre dialogare. La crisi moderna, infatti, può essere paragonata ad un ‘travaglio’ da cui nascerà qualcosa di nuovo, ecco perché ogni sforzo messo in atto è uno stimolo al cambiamento, un modo per conoscere ciò che ci circonda. Il dibattito fra tutti i protagonisti del mondo produttivo resta l’unico strumento che ci permette di analizzare le cause della situazione attuale e di studiare i mezzi che in futuro ricreeranno sviluppo economico”.
Responsabile Cattolica – Grazioli: “Con gran piacere Cattolica Assicurazione ha deciso di sostenere l’iniziativa organizzata da Pantheon. In un momento così delicato è assolutamente necessario confrontarsi con il territorio e con le sue difficoltà. Questi incontri sono una grande opportunità per conoscere le sfide che ci riserverà il futuro e per progettare insieme la rinascita sociale ed economica”.
Direttore Pantheon – Scolari: “Pantheon è orgoglioso di essere uno dei soggetti promotori della "Settimana della Finanza Veronese" e di essere protagonista organizzativo di questo appuntamento, ormai giunto alla sua 3^ edizione. I tre incontri avranno lo scopo di stabilire un confronto diretto, ma meno formale rispetto alle assemblee e l’obiettivo sarà quello di capire quali sono le reali difficoltà territoriali. La manifestazione è sicuramente un’occasione unica e all’insegna del sano dialogo tra le parti”.

Condividi ora!