Lavoro: Habemus la riforma, e il lavoro?

di admin
E’ facile fare del sarcasmo sulla nuova riforma, sugli effetti per certi versi peggiorativi delle scelte fatte, per la pochezza delle novazioni, per….. La sinistra combatte e vince la sua partita ideologica per salvare il partito, ma perde il campionato del lavoro; la destra sciatta, distrutta e priva di leadership non sa che fare; Il…

 Certo abbiamo partorito un guaio, ammesso che  il testo sia quello di  cui si  è potuto esaminare  qualche articolato ben pilotato.   Se proviamo  a ragionare a mente fredda e  pensiamo quanto  è difficile fare le cose in Italia;  se  pensiamo che  su questo tema in  tanti ci hanno provato in  decine di anni e   molti Governi sono saltati assieme a legislature;  se pensiamo che  il nostro Paese non vive in una teca di cristallo al riparo dalle polveri cosmiche  e finanziarie conseguenti  alla scelta  europea  dell’Euro;  se mettiamo anche questo  nel calderone,  troveremo che  questa complicatissima vicenda, in cui tutti  ci  hanno da perdere   è una bandiera    che innalzata nel mondo globalizzato  sta a significare che finalmente gli italiani  hanno trovato un modo per decidere. Sono vivi. Magari fra un mese in Parlamento  salta tutto,   ma questo disegno di  legge,   ha dato fiato  alla nostra economia nel  mercato internazionale, è servito    per non peggiorare ulteriormente la prospettiva di recupero  di  cui il Governo Monti  si  è fatto paladino. Olrte all’esterno  questo disgraziatissimo progetto di riforma  serve a  non  vedere  le piazzate greche  nelle piazze italiche, per non distruggere ancora l’economia  del Paese.  Se invece qualcuno pensa  che  sia meglio o indispensabile  distruggere tutto e ripartire,  allora al posto di riforma  si deve parlare di  rivoluzione. Ma la rivoluzione farà ricomparire  anche Madame la Ghigliottina ed equivalenti “Vedove”   come la storia insegna. E  questo qualcuno  eventualmente ragiona come le Brigate Rosse che  hanno  peggiorato la situazione italiana, non certo migliorato.  Non  mi paiono  ancora auspicabili  quei tempi,  teniamo questo straccio di  bandiera-riforma, miglioriamola che  di  meglio ce n’è   da fare, e molto!

Condividi ora!