Arena: “Crisi dei consumi pesantissima. E questa riforma del lavoro rischia di assestare il definitivo colpo del ko all’imprenditoria”

di admin
“In un momento di grave crisi dei consumi, destinata a peggiorare nei prossimi mesi anche per il previsto aumento dell’Iva, la riforma del lavoro elaborata dal governo Monti rischia di assestare il colpo del ko a moltissime imprese. E di conseguenza a peggiorare in modo forse irreversibile il quadro economico e occupazionale”.

Lo sostiene, all’indomani del varo del Ddl sul lavoro, il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena secondo cui “piuttosto che una riforma di questo genere sarebbe stato meglio lasciare le cose com’erano”.
“Sarebbero servite misure a sostegno dell’imprenditoria mentre alla fine si è andati nel senso opposto. Le Pmi non sono assolutamente tutelate e sono sempre di più quelle non più in grado di pagare i dipendenti. Dov’è la politica che i cittadini hanno votato? Questo governo sta affondando il Paese ed il suo tessuto imprenditoriale”.
Arena concorda con l’analisi di Federalberghi, che sostiene come “l’aggravio dei costi sui contratti a termine e, più in generale, la stretta sulla flessibilità in entrata penalizzano ingiustamente il terziario di mercato e il turismo in particolare, caratterizzato da una esigenza strutturale di flessibilità. Occorrerebbe saper guardare in modo moderno al concetto di stagionalità, che non può essere limitato al mero fattore climatico ma deve tener conto dell’evoluzione del mercato”. 
Quanto ai consumi, Arena ritiene che i dati ufficiali non corrispondano a quanto si sta verificando realmente: “Assistiamo a un calo pesantissimo delle vendite e delle transazioni commerciali in tutti i settori e le previsioni per Pasqua sono infauste. Ma di piani di rilancio dei consumi non ne parla, chi è stato messo a guidare il Paese…”.

Condividi ora!