Coollegamento tra la “Transpolesana” e la futura “Mediana” Presentazione dello studio di fattibilità

di admin
Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Programmazione e pianificazione territoriale ha illustrato lo studio di fattibilità relativo al collegamento tra la S.S. n. 434 “Transpolesana” e la futura S.P. n. 3 “Mediana”.Erano presenti: il sindaco del Comune di Zevio; l'assessore all'Ecologia e Verde pubblico e l'assessore alla Sicurezza e Controllo del territorio…

Assessore Programmazione e pianificazione territoriale: “Il progetto di riqualificazione del territorio prevede 10 km di tragitto per un costo complessivo di quasi 26 milioni di Euro. I lavori potranno essere realizzati in tre stralci poiché si tratta di un’opera che ricopre un lungo tragitto e quindi di difficile realizzazione. La fattibilità di ammodernamento della S.P. n. 19 parte dallo svincolo di Maccacchiove, al confine del Comune di San Giovanni Lupatoto, transita e percorre il territorio di Zevio fino ad arrivare dopo Albaro con il collegamento con il Comune di Ronco all’Adige, per allacciarsi infine all’innesto che sta realizzando Veneto Strade. Sostanzialmente metterà in collegamento la S.P. n. 434 ‘Transpolesana’ e la futura S.P. n. 3 ‘Mediana’. L’obiettivo della Provincia è quello di pianificare e iniziare i lavori facendo squadra con le zone interessate per riqualificare ma, allo stesso tempo, mettere in sicurezza il territorio. Nonostante il momento di crisi economica, non dobbiamo dimenticarci di pensare al futuro”.
Sindaco Zevio: “Ringrazio l’assessore per aver sostenuto le esigenze del territorio in Provincia e aver contemporaneamente dato un’ipotesi di soluzione attraverso lo studio di fattibilità ai problemi di viabilità della zona. Lo scopo del progetto di riqualificazione del territorio è di mettere in sicurezza il tratto della ‘Ronchesana’ e, al tempo stesso, limitare il traffico pesante che spesso circola in paese. Complessivamente è un progetto molto ambizioso ma che ci auguriamo possa essere realizzato a stralci, con la collaborazione dei territori coinvolti”.
Assessori di Ronco all’Adige: “La storia ci insegna che le grandi civiltà sono nate vicino ai fiumi e si sono sviluppate grazie alle strade: a Ronco abbiamo l’Adige, ora dobbiamo migliorare la rete stradale. L’intervento libererà il centro di Ronco dal traffico e permetterà ai cittadini di vivere il loro paese in modo diverso”.

Condividi ora!