Ed ora a casa i nostri militari dalle cosiddette missioni di pace!!

di admin
I nostri bravissimi soldati devono tornare a casa e non dare la caccia ai talebani. Da queste pagine l’abbiamo cercato di dire in momenti non epici di morti e battaglie ( cosa ci sia di epico a battagliare e morire in giro per il mondo per difendere petrodollari e i nostri interessi internazionali, lo sanno…

 Per  tutti  ricordo  due classici: “Nulla di nuovo sul fronte occidentale” o il sergente della neve” due romanzi  in cui l’umanità dei poveri cristi  si  scontra con  l’esaltazione  del potere che  rivendica la supremazia della conquista violenta e del ruolo di  guida  della classe al potere che sa  e illumina la strada al popolo. Ora una democrazia  va difesa  col rispetto delle sue regole, senza neocolonialismi  e lasciando  ad ogni popolo il rispetto delle proprie tradizioni. Oggi  invece la violenza  e la velocità delle mutazioni  lascia credere agli  occidentali di poter fare e disfare a seconda dei propri  interessi,  Ora  noi  italiani  abbiamo  molto da fare in italia , qui  ci giochiamo la credibilità  non andando a coprire pezze che  i potenti  non  sono in grado di coprire, a meno che  il  rispetto internazionale  non ripaghi  l’impegno per operazioni che  l’ONU  definisca assolutamente  necessarie. Mi pare che il rispetto  dell’Italia sia invece  assai scarso, in  primis dalla politica italiana  pagare riscatti a gogò per in ostri  connazionali in  difficoltà, è vietato  in Italia  ma non all’estero e quindi  ufficialmente  l’Italia non paga  mai, ma il sistema si trova, e po  la vicenda dei marò è lampante, l’India ci tratta a pesci  in faccia.  Dimostrato brevemente che  non  acquisiamo  il  dovuto rispetto internazionale perche  dobbiamo creare martiri ed eroi? Tutti a casa subito!

Condividi ora!