INFLAZIONE: A VENEZIA IL MAGGIORE AUMENTO D’ ITALIA. MONTAGNER: SITUAZIONE INACCETTABILE SOPPRATTUTTO IN UNA CITTA’ MESSA IN GINOCCHIO DALLA CRISI. OCCORRONO RISPOSTE URGENTI.

di admin
Questa la dichiarazione del Segretario Generale della Cgil di Venezia, Roberto Montagner a commento dei dati resi noti oggi dall’Istat (vedere nota agenzia riportata sotto)“Mentre i consumi delle famiglie crollano al livello di 30 anni fa, l’inflazione riprende la corsa e Venezia, con un +4,4% si presenta come la seconda città italiana con il più…

Rispetto alla media nazionale (che si attesta al 3,3%) il capoluogo Veneto registra una maggiore crescita dei prezzi al consumo del 25%.
L’ incremento è ancora più sensibile se lo si misura sul carrello della spesa, ossia sui beni di largo consumo (dal cibo ai carburanti) delle famiglie il cui rialzo è superiore alla media del paniere Istat di un ulteriore punto e mezzo.
Di fronte a questi dati viene da rabbrividire, soprattutto in una realtà come la nostra dove attualmente migliaia di persone vivono del sussidio di mobilità o di cassa integrazione, dove il lavoro dei giovani è precario e sottopagato, dove le prospettive sono incerte anche per il 2012.
E’ indispensabile una svolta, sia sul piano delle politiche industriali e di sviluppo che su quelle  fiscali, a partire da una riforma che sposti finalmente il prelievo dalle tasche di lavoratori e pensionati ai grandi patrimoni.
A fronte del permanere di uno stato profondo di crisi che sta mettendo in ginocchio il tessuto sociale della città, la Cgil sollecita il Governo, la Regione, la Provincia, il Comune, le associazioni imprenditoriali e le forze sociali a riprendere in mano la questione Marghera per dar seguito agli impegni sullo sviluppo industriale dell’area.
Il tempo degli indugi deve finire. Di fronte ad un’ emergenza così grave anche la mancanza di risposte crea colpevolmente disastri”. 

INFLAZIONE: ISTAT CONFERMA, A FEBBRAIO RISALE A 3,3%
SU BASE MENSILE AUMENTA DELLO 0, 4%
(ANSA) – ROMA, 13 MAR – Il tasso d’inflazione annuo a
febbraio risale con una lieve accelerazione, passando al 3,3%
dal 3,2% di gennaio (su base annua l’ultima accelerazione era
stata registrata ad ottobre 2011). Lo rileva l’Istat confermando
le stime provvisorie e indicando un aumento dei prezzi su base
mensile dello 0,4%.
INFLAZIONE: POTENZA E VENEZIA CITTA’ CON MAGGIORI RINCARI
(ANSA) – ROMA, 13 MAR – L’andamento del tasso tendenziale di
crescita dei prezzi al consumo nelle citta’ capoluogo di regione
e’ notevolmente differenziato: Potenza (+5,3%), Venezia (+4,4%)
e L’Aquila (+4,1%) sono le citta’ in cui i prezzi registrano gli
aumenti piu’ elevati rispetto a febbraio 2011. E’quanto rileva
l’Istat, aggiungendo che le variazioni piu’ moderate riguardano
Firenze (+2,8%) e Perugia (+2,9%). (ANSA).

Condividi ora!