IMPRENDITORI AGRICOLI A DICIOTTO ANNI

di admin
Anche se hanno meno di trent’anni, hanno storie da raccontare e progetti da realizzare. Sono i giovani imprenditori veronesi che domani si confronteranno con i loro colleghi coetanei provenienti da tutto il nord al meeting di Giovani Impresa organizzato da Coldiretti al Palazzo della Gran Guardia dalle ore 14. Nella città scaligera, infatti, convergeranno circa…

Lungo l’arco settentrionale da est ad ovest,  seppur con dimensioni e budget diversi, la media regionale dei neo insediati è alta: la Liguria in tre anni ne conta 200 il Veneto 1500 passando per i 400 del Friuli. Ma solo metà di questi ottengono i contributi europei, gli altri non mollano e investono di tasca propria.
“Potrebbe sembrare un salto nel buio – spiega Alberto Mantovanelli tabacchicoltore veronese e vice presidente di tutti i giovani Coldiretti – ma invece si tratta di una scelta non solo professionale ma di vita, tenendo conto che questi ragazzi diventano titolari d’azienda veri e propri non ancora trentenni”.
Tra i mille che parteciperanno al meeting c’è chi ha in tasca una laurea alla Bocconi e in attesa dell’inizio del master si alza presto per mungere, oppure un diploma di perito meccanico per fare il pastore professionista errante delle Dolomiti; ci sono biologhe e farmaciste che anziché dedicarsi alla vita di laboratorio optano per quella all’aria aperta coltivando piccoli frutti o allevando capre sul Monte Grappa, la tecnologa alimentare che apre un agriturismo in area marginale,  il ragioniere che non vende più cellulari  e torna a scuola di enologia per seguire i vitigni autoctoni.
 “Abbiamo responsabilità e sfide da veri imprenditori – sottolinea Mantovanelli – ci confrontiamo tutti i giorni con il futuro dell’economia e problematiche comuni: dalla sottrazione della pianura a favore di impianti fotovoltaico alla questione della burocrazia,  dall’importanza della formazione e internazionalizzazione delle imprese alla necessità di sostenere le energie alternative dall’affermazione della realtà di montagna alla commercializzazione dei prodotti”

Condividi ora!