Circoli privati e sagre, Confcommercio Verona: “Anche l’Europa chiede di eliminare le esenzioni, il Governo si adegui”

di admin
“La Commissione europea ha individuato come aiuto di Stato alcune esenzioni a favore degli istituti ecclesiastici, dei circoli privati, degli impianti sportivi e delle sagre: e allora come mai il decreto sulle semplificazioni fiscali che sarà presentato venerdì prossimo in Consiglio dei ministri cercherà di correggere la facilitazione per gli immobili della Chiesa, ma non…

Lo chiede, in una nota stampa,  la Federazione dei pubblici esercizi aderente a Confcommercio, che ha scritto al presidente del Consiglio e ministro dell’Economia, Mario Monti, ricordando appunto come la Commissione europea consideri – con il comma 4 dell’articolo 159 del Tuir – aiuto di Stato il regime di esenzione e di agevolazione per la somministrazione di alimenti e bevande da parte di alcuni soggetti che così creano una concorrenza sleale a danno delle imprese che svolgono la medesima attività commerciale.
La battaglia della Fipe nazionale è pienamente appoggiata da Confcommercio Verona:  “Da troppo tempo circoli privati e sagre godono di un regime assolutamente privilegiato che ha contribuito alla crisi di ristoranti ed esercizi “tradizionali”, sottoposti ad una miriade di adempimenti e colpiti da una pesante tassazione. Ora che anche  l’Europa chiede di intervenire su questo fronte, è indispensabile porre in essere una misura correttiva al testo che sarà presentato al Consiglio dei Ministri per garantire finalmente una par condicio tra tutti gli operatori del settore”.
 

Condividi ora!