Avviso 02/10, la scommessa vinta di Fondoprofessioni

di admin
Negli intenti doveva essere un avviso snello, con scarsa incidenza della burocrazia, vicino ai bisogni formativi immediati concordati tra datore di lavoro e dipendente: così è stato.

L’avviso 02/10 finanzia interventi formativi presenti all’interno dei cataloghi degli istituti di formazione accreditati per il bando rivolti al personale dipendente degli studi professionali e aziende aderenti. Nel dettaglio, ogni studio/azienda ha in un anno diritto a due voucher formativi e possono essere finanziati interventi formativi fino ad un costo massimo di 1.500 euro.
Fondoprofessioni riconosce al soggetto richiedente, previo invio di fattura, l’80% del costo sostenuto per la partecipazione ai corsi da parte del dipendente, attraverso una procedura snella e immediata.
Dopo più di  un anno dalla pubblicazione del bando è tempo di bilanci. E i numeri parlano chiaro. Sono stati approvati nell’ambito dell’avviso 02/10 più di 1.000 piani formativi.
Poco meno di 700 mila euro per la formazione “a catalogo”, questo il plafond di risorse previsto per l’avviso 02/10. Oggi, sono ancora disponibili circa 150 mila euro per finanziare la partecipazione alle attività formative previste all’interno dei cataloghi per i dipendenti degli studi professionali e aziende per i quali i datori di lavoro versano al Fondo lo 0,30% del monte salari.
I nuovi aderenti a Fondoprofessioni potranno accedere immediatamente alle risorse previste per le attività “a catalogo”, attraverso la compilazione della “Domanda di finanziamento”, presente sul sitowww.fondoprofessioni.it. I richiedenti potranno scegliere l’attività formativa più adatta alle proprie esigenze tra i percorsi previsti da più di 100 istituti di formazione presenti in maniera capillare sul territorio nazionale. Per aderire a Fondoprofessioni, al fine di accedere alle risorse ancora disponibili per il bando 02/10 e agli altri bandi previsti, è necessario riportare la dicitura “FPRO”, seguita dal numero di dipendenti, all’interno della denuncia mensile del flusso UNIEMENS.
 

Condividi ora!