Provincia di Verona: Chiuso positivamente l’anno 2011

di admin
Giovedì 29 dicembre, si sono avute notizie molto soddisfacenti, circa il bilancio dell’attività dell’Amministrazione provinciale veronese.

In tale senso, si è espresso il presidente, Giovanni Miozzi, sottolineando come progetti posti in atto dalla Giunta provinciale, siano stati addirittura assunti come modelli da parte di altre Provincie. Solo come esempio di quanto fatto nel 2011, Miozzi ha segnalato più di venti interventi, i cui risultati sono di orgoglio e di dimostrazione dell’alta capacità realizzativa dell’Amministrazione veronese. Fra essi: l’elaborazione dei certificati di prevenzione degli incendi in 54 edifici scolastici; l’adozione dei prestiti di onore; l’efficienza del sistema bibliotecario provinciale; l’inaugurazione della SP 5 e la strada di Caldierino; la progettazione del Polo Enologico, l’accordo coni soci bresciani e trentini per il rilancio dell’aeroporto “Catullo”; contributi erogati alla Fondazione Arena; la riorganizzazione della Serenissima; l’azione a sostegno dell’occupazione; i tavoli con il sindacato per Glaxo, Cartiera di Ca’ di David e Compometal, nonché la certificazione di sicurezza di moltissimi plessi scolastici e investimenti per la ristrutturazione di palestre ed aule.
     Positiva soluzione per i temi della discarica di Pescantina e vigneto Ferrari; studi su effetti ambientali e sanitari, che potrebbe causare l’attività di Ca’ del Bue; il livello, da contenersi, delle acque del Garda; triplicato il numero dei Comuni aderenti al Patto dei Sindaci (20% in meno di CO2 e 20% in più di energie pulite) e nuovo regolamento per i 26.000 pescatori veronesi, sono i punti evidenziati dall’assessore Venturi.
       La cultura e la tradizione sono state molto sostenute dalla Provincia – ha sottolineato l’assessore Ambrosini – con numerose iniziative e, in particolare, con “Librar Verona” e “Tesori Veronesi”;
non potendo finanziare, si è collaborato ed agevolato, come nel caso di “Opera d’Argento” e di vari concorsi letterari. 
      L’assessore Marcolini ha segnalato und bilancio di previsione 2012 con un attivo di 168 milioni di euro, mentre si è provveduto ad una sostanziale riduzione del debito e la spesa complessiva risulta ben al di sotto della media nazionale. Tutto, ovviamente, onde rispettare il Patto di Stabilità.
      Moltissimi sono stati i temi ed i progetti realizzati allo scopo di promuovere l’agricoltura, della quale il Veronese è punta di diamante, ha posto in evidenza l’assessore Frigotto, molto attento  ad un mondo agricolo che va fortememte aiutato. Importante quanto fatto per diffondere il consumo dell’asparago, del radicchio rosso di Verona e della fragola di Lessinia, che permette d’essere utilizzata da giugno ad ottobre, senza ricorrere a prodotto importato. Occorre creare fiducia nel produttore – ha sottolineato Frigotto –, costruire cooperativismo e promuovere, con attenzione la competitività, la commercializzazione e l’esportazione. 
           L’Assessore Campedelli ha segnalato come, in fatto di Programmazione Territoriale, in base al Patto di Stabilità, non si sia potuto fare meglio, sebbene per l’attuazione di vari progetti si sia lavorato in sinergia con la Regione, con altri Enti e con privati, che pure hanno posto a disposizione fondi.
          Il turismo ha dato molte soddisfazioni con incrementi superiori al 3% sul Lago di Garda e al 14% in città; sono state razionalizzate le IAT, con relativo risparmio, e sono stati realizzati eventi di alto livello, come l’Assise Nazionale dell’Ospitalità, che ha visto presenti 35 Provincie e 15 Regioni. In fatto di sport – ha continuato l’assessore Pozzani – grande impatto hanno avuto i Giochi del Veneto ed altre iniziative.
          Importante il sistema di sicurezza nel territorio, a mezzo videosorveglianza, posto in atto in sinergia con le Forze dell’Ordine, mentre si è collaborato con i piccoli Comuni, fornendo supporto in fatto di sicurezza – ha segnalato l’assessore Codognola.
         La montagna veronese sarà posta in rete dalla società “Nuova Lessinia”; si sono potenziati i trasporti provinciali, anche con corse serali, da e per il Garda, e non vi saranno, quindi, riduzione di corse: ne ha parlato l’assessore Mazzi.
         In ordine all’attenzione al territorio, l’assessore Zigiotto, ha assicurato che il bilancio ha visto incrementi e non tagli. Ai molti progetti posti in atto ha collaborato anche il Genio Civile. La Protezione Civile è attiva con ben 1800 volontari, che saranno aumentati in numero di specializzati e che vedranno, nel breve periodo. una propria riorganizzazione interna, mentre è prevista la creazione di una sala operativa.
        Limiti e fermi ha imposto il Patto di Stabilità in fatto di strade, ma si sono ottenuti 18 milioni dalla Regione per la SP 10 ed il collegamento di Terrazzo, nonché l’autorizzazione ad un intervento diretto sui lavori, in virtù del fatto che “conosciamo meglio il territorio”. Già finanziato è il collegamento della SP6 con l’autostrada. Ora, sono al centro dell’attenzione la Mediana e la Nogara Mare. Così, l’assessore De Beni.
        Una presentazione di risultati molto positiva e che fa bene sperare per il 2012, che, quantunque non certamente prodigo in fatto di denaro, potrà dare molto, attraverso la buona volontà e l’operosità, che non

Condividi ora!