Giovedì 1 dicembre alla cantina di Negrar debutta “Amando”, il recioto amandorlato

di admin
Nella serata-evento condotta dal direttore ed enologo della Cantina Daniele Accordini e dalla wine blogger Elisabetta Tosi, serviti un Passito e 4 tipologie di Recioto in abbinamento a prelibatezze gourmet.

Ad aprire nel modo più dolce il mese più festoso dell’anno arriva la serata-evento organizzata dalla Cantina Valpolicella Negrar giovedì 1 dicembre 2011 alle 20.00 per il debutto del Recioto Amandorlato “Amando”. Durante la serata saranno raccontati e degustati un Passito e quattro tipologie di Recioto, ciascuno dei vini accompagnato dalla prelibatezza più indicata per la degustazione: dal Passito Bianco Costacalda si passerà al Recioto Vigneti di Moron, quindi al Recioto Domini Veneti, per proseguire con il Recioto Spumante e, in crescendo, con il Recioto Amando. La serata, condotta dal direttore ed enologo della Cantina Valpolicella Negrar Daniele Accordini, si svolgerà in maniera “itinerante”: a partire dal museo dell’appassimento, al caveau dell’Amarone e alla Bottaia, fino alla sala Domini Veneti. A guidare i partecipanti nella degustazione e abbinamento gastronomico sarà Elisabetta Tosi, giornalista indipendente e wine blogger, autrice di libri dedicati al vino e alla storia locale veronese.
In verità, più che di un debutto, si tratta di un ritorno alle origini. C’era un tempo, infatti in cui, quando si parlava di Recioto della Valpolicella, era necessario precisare se s’intendeva il Recioto tranquillo o quello liquoroso, il Recioto ammandorlato o quello spumante, il Recioto rifermentato in bottiglia o quello “da sagra”, tante erano le tipologie in cui questo vino rosso dolce, considerato oggi come allora il vino più prestigioso della zona, veniva prodotto. Sopravvissuta tra i viticoltori alle dure leggi del mercato la versione tranquilla, la Cantina di Negrar, che considera un valore per i soci e il territorio portare avanti la tradizione quando si tratta di vini unici ed originali, ha continuato a produrre, unica realtà nella Valpolicella, la versione Spumante del Recioto ed ora, per l’appunto, quella “ammandorlata”.
Dolce e tondo, con la mandola amara e na venèta sconta. Frutto di tradizione e sapienza enologica, “Amando” è un vino moderatamente dolce, dall’aroma intenso di ciliegia sotto spirito che lascia spazio nel finale a una venatura dolce-amara, da assaporare da solo o con cioccolato nero fondente, ottimo anche per i cigar lovers. Per la partecipazione alla serata è necessario prenotare, costo 25 euro a persona.

Condividi ora!