Quanto vale il marchio del mobile veronese?

di admin
Convegno lunedì 14 novembre, la Camera di Commercio di Verona presenta valutazione, posizionamento e competività del brand "mobile classico" Che valore hanno marchi, brevetti e design per le aziende del mobile? Se lo è chiesto la Camera di Commercio di Verona che ha scelto questo comparto tra i settori dell'economia veronese per analizzare il peso…

Convegno lunedì 14 novembre, la Camera di Commercio di Verona presenta
valutazione, posizionamento e competività del brand "mobile classico"
 Che valore hanno marchi, brevetti e design per
le aziende del mobile? Se lo è chiesto la Camera di Commercio di Verona che
ha scelto questo comparto tra i settori dell’economia veronese per
analizzare il peso degli assett immateriali nei bilanci e nelle strategie
aziendali. Lo studio è parte integrante di un progetto  voluto da
Unioncamere Veneto che ha costituito, ad hoc, un Centro di Competenza Nord
Est Intangibles sugli Asset Immateriali. Il Centro, in collaborazione con le
Camere di commercio regionali, con il Dipartimento di tecnica e di gestione
dei sistemi industriali dell’Università di Padova e la società di consulenza
Icm Research, ha analizzato valore, posizionamento e competitività del brand
di un distretto per provincia. I risultati per il distretto del mobile
classico veronese, che contava al 30 di giugno 1413 aziende,  99 in meno
rispetto ad un anno prima, saranno presentati nel convegno "Valutazione e
comunicazione degli asset immateriali nel distretto del mobile veronese"
che si terrà lunedì prossimo 14 novembre. Dopo i saluti di Alessandro
Bianchi, Presidente della Camera di Commercio di Verona, sarà Roberto
Filippini, docente del Dipartimento di tecnica e di gestione dei sistemi
industriali dell’Università di Padova, a tracciare una macro analisi
strategica del Distretto del Mobile Classico, integrata con l’analisi
qualitativa del portafoglio marchi. Toccherà poi ad Angelo Cavazzana,
principal Icm adivsors, presentare la valutazione del portafoglio degli
asset immateriali di un’azienda del mobile classico in un modello di
comunicazione business finanziario banca-impresa. Seguirà poi una case
history di un’azienda storica del mobile veronese, la F.lli Bianchini.
Interverrà uno dei titolari, Luca Bianchini.  Il convegno, che sarà moderato
da Riccardo Borghero, dirigente dell’Area affari economici della Camera di
Commercio scaligera, inizierà alle 15,30 nella sede veronese di Corso Porta
Nuova 96. L’incontro, che è aperto a tutti gli operatori del settore, sarà
l’occasione per focalizzare i risultati dello studio sul Mobile classico
evidenziando le criticità del comparto ma nello stesso tempo ponendo in
evidenza le opportunità di valorizzazione dei cosiddetti Asset immateriali o
beni intangibili (brand, marchi, brevetti, know how tecnico industriale,
design, ecc.). Info:www.vr.camcom.it

Condividi ora!