Le foglie di Pasolini. Immondizie di luce

di admin
Il 2 novembre del 1975 moriva a Ostia Pier Paolo Paolini. Fondazione Aida ricorda l’intellettuale italiano con Le foglie di Pasolini. Immondizia di Luce.

Portato in scena come ‘Pasolini, poeta di Ceneri’ a New York tre anni fa, lo spettacolo in questa versione, rivisitata appositamente per il tour australiano 2010, si focalizza maggiormente sulla poetica di Pasolini.
Lo spettacolo debutta in Italia giovedì 27 ottobre nella rassegna Attoterzo alle ore 21.00 presso il Teatro Filippini. Lorenzo Bassotto e Monica Ceccardi sono partiti dai suoi frammenti poetici per raccontare la relazione tra un uomo e una donna. “Sentimenti e parole che vanno oltre la loro vita quotidiana, per diventare poetica astrazione. Astrazione che paradossalmente tocca la pelle della realtà, rendendola più concreta, più vera”. Lo scenario storico della vicenda narrata è lo sciopero degli spazzini del 1970. In quell’occasione Pasolini paragonò i netturbini ad angeli della strada. Gli spazzini come gli umili, i ragazzi di strada, le classi sociali più deboli: per Pasolini lo sguardo sulla città e sulla vita passa da quello dei “più poveri”. Così lo spettacolo rivisita immagini, poesie, testi dell’autore e regista friulano, ed esprime il suo evangelico punto di vista nei confronti delle classi sociali meno avvantaggiate e meno considerate.

Condividi ora!