Banca San Giorgio e Valle Agno

di admin
Dopo il successo della prima edizione con la premiazione di oltre 60 ragazzi e giovani, torna l’appuntamento con “Nella banca che vorrei…” il bando promosso da Banca San Giorgio e Valle Agno rivolto a tutte le classi IV e V delle scuole secondarie superiori e da quest’anno anche agli studenti degli ultimi anni di corso…

"Il nostro obiettivo in coerenza con i valori espressi dalla nostra mission è quello di creare un ponte tra il mondo della scuola a quello della cooperazione, con un occhio di riguardo al Credito Cooperativo- spiega Ilario Novella, Presidente di Banca San Giorgio e Valle Agno. I realtà i sistemi di pagamento di tipo “virtuale” (bancomat, carte di credito, carte prepagate, fast pay, virtual banking) sono sempre più diffusi e sostitutivi delle care vecchie banconote e monete. Ma i giovani- rilancia il Presidente- sanno veramente come si usano correttamente questi strumenti di pagamento e li sanno veramente associare al valore del denaro”?
Per iniziare questo percorso formativo la Banca ha creato il personaggio di “Giorgio” ovvero un alter ego del giovane. Giorgio sarà il protagonista delle varie fasi del concorso che lo porteranno a progettare un’esperienza importante di vita: di studio, di lavoro, di viaggio, di formazione.
Non è soltanto un sogno ad occhi aperti, ma un vero e proprio piano che gli studenti sono chiamati a progettare per organizzarsi un viaggio, per acquistare un oggetto, per usufruire di servizi e per imparare. Il budget a disposizione per progettare questo sogno è di 2 mila euro. Ma attenzione. Tutto il percorso deve essere organizzato nei minimi dettagli sotto il profilo della spesa. Un modo per abituare i giovani a pensare in modo responsabile e a valutare la loro disponibilità di denaro, ottimizzando le risorse e facendo attenzione a non sforare. Un risparmio intelligente se pensiamo che lo stesso concorso consente di servirsi per questa programmazione soltanto di moneta elettronica, o meglio di strumenti di pagamento virtuali, che sono la definizione più opportuna quando si parla di sogni e di programmi non ancora realizzati. Si potranno fare acquisti soltanto in negozi che accettino pagamenti con bancomat o con carta di credito, oppure utilizzare carte ricaricabili, comprare in internet o ancora saldare eventuali fatture tramite bonifici con l’home-banking. Sarà necessario per lo studente stabilire l’obiettivo prefissato e spiegare chiaramente quali saranno i mezzi utilizzati e quali i vantaggi.
“Questo esercizio insegna ai ragazzi a pensare, a programmare con coerenza, e soprattutto a riflettere- continua il Presidente Ilario Novella. Non è semplice rendi   contare tutti gli acquisti e tenere conto di tutte le spese, ma questo gioco abitua i giovani ad un uso consapevole e moderno del denaro e li mette in relazione al valore della moneta in un percorso che li rende propositivi per se stessi e protagonisti della propria crescita. Un’esperienza formativa che la Banca promuove per avvicinare i giovani e per indirizzarli ai valori dell’agire cooperativo”.
Se l’idea sarà ritenuta valida e interessante e se tutti i conti saranno tenuti con la necessaria perizia, requisito fondamentale per arrivare all’impego del budget virtuale, a vincere non sarà il singolo, ma tutta la sua classe. In palio una bella gita di 2 mila euro da vivere insieme a tutti i compagni. In caso di ex equo la giuria valuterà la “la coerenza dei progetti con i valori espressi nella mission di Banca San Giorgio e Valle Agno e con lo spirito mutualistico del Credito Cooperativo. Il lavoro scenderà in lizza anche per la gara riservata all’Istituto scolastico, per la quale Banca San Giorgio e Valle Agno ha previsto ulteriori premi. Tutte le informazioni per partecipare al concorso sul sitowww.contodream.com/bancachevorrei ewww.bancasangiorgio.it. In alternativa è possibile rivolgersi in ognuna delle 21 filiali di Banca San Giorgio e Valle Agno.

Condividi ora!