Bilancio controlli nel quartiere Veronetta

di admin
Negli scorsi giorni gli agenti della Polizia municipale hanno controllato, nel quartiere Veronetta, 420 veicoli, 212 persone sono state fermate in diverse situazioni, 45 esercizi pubblici sono stati sottoposti a verifiche così come le aree verdi della zona per verificare bivacchi e occupazioni irregolari.

Il bilancio delle operazioni di verifica svolte dai vigili di quartiere insieme ai reparti Motorizzato, Territoriale ed Amministrativo, è stato illustrato questa mattina al Comando della Polizia municipale dal vice Comandante Lorenzo Grella. Nello specifico durante la serata di ieri sono stati controllati circa 10 bar e pub, tra via XX Settembre, lungadige Porta Vittoria e Interrato dell’Acqua Morta, frequentati in particolare da giovani e studenti universitari: molti i clienti all’esterno dei locali. Alcune situazioni di disturbo della quiete sono state registrate in vicolo Vetri, dove una pattuglia ha fermato alcuni ragazzi che facevano rumore e, poco più in là, due giovani mentre stavano espletando esigenze fisiologiche. I controlli hanno riguardato anche l’interno dei locali: due bar avevano alcuni videogiochi irregolari, un altro non aveva comunicato correttamente gli orari d’apertura, in un negozio le merci non erano correttamente etichettate. Tutte le violazioni sono state accertate dalla pattuglia specializzata di Polizia amministrativa. Gli agenti hanno accertato anche 182 violazioni al divieto di sosta sugli stalli dedicati ai residenti, per stalli occupati in modo irregolare; 52 automobilisti sono stati multati per altre irregolarità: veicoli non revisionati, documenti mancanti, guida senza cinture di sicurezza, passaggio con semaforo rosso, pneumatici usurati. Due conducenti, una nigeriana di 20 anni ed un pakistano di 28, sono stati sorpresi alla guida con una patente falsa. Per entrambi è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria. In serata sono stati inoltre recuperati due scooter rubati. Si tratta di un Honda Sh e di un Kymco People, il primo coinvolto nell’incidente accaduto alle 22.30 tra via Carducci e Interrato dell’Acqua Morta, il secondo intercettato in stradone San Tomaso durante un controllo. Il conducente dell’Honda, un 19enne moldavo, è ora ricoverato all’ospedale di Borgo Trento in prognosi riservata mentre quello del Kymco, 31enne marocchino, si trova nel carcere di Montorio. Dopo aver tentato di fuggire alla pattuglia, infatti, è stato individuato all’interno del parcheggio di piazza Isolo ed arrestato. Questa mattina il giudice, valutati i precedenti, ha disposto la sua custodia in carcere fino alla prossima udienza. "Si tratta di risultati importanti – ha commentato Grella – raggiunti grazie all’intensificazione dei controlli e all’aumentata presenza di agenti nella zona, che attualmente garantiscono una copertura totale, sia di giorno che di notte".  

Condividi ora!