“Di che razza sei? Umana o disumana?”

di admin
Campagna del Ministero contro l'abbandono degli animali nel periodo estivo Presentazione anche dell'unità cinofila della Polizia Provinciale.

Oggi, alle ore 11.00, nella sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi e il Commissario della Polizia provinciale Ferdinando Pezzo hanno aderito simbolicamente alla campagna nazionale “Di che razza sei? Umana o disumana?”, promossa dal Ministero della Salute e finalizzata a contrastare il fenomeno dell’abbandono degli animali di affezione durante il periodo estivo.
Erano presenti: a nome dei comuni veronesi che aderiscono all’iniziativa Federico Sboarina, assessore all’Ambiente del Comune di Verona; Fabrizio Cestaro, direttore del servizio Veterinario dell’ Ulss 20 di Verona; Gianluca Bertoja, direttore del servizio Veterinario dell’ Ulss 21; Andrea Pagan De Paganis, responsabile del Canile dell’Ulss 20; Giampaolo Morbioli, vice presidente dell’ordine Veterinario di Verona; Lorenzo Muraro, funzionario della Regione del Veneto e delegato dal Ministero per il benessere animale; delegati del Gruppo Cinofili di Verona; e  Rosalba Matassa, coordinatrice Task Force del Ministero della Salute.
Ad illustrare l’iniziativa è stato il Sottosegretario alla Salute On. Francesca Martini.
Le due mascotte della giornata sono state Daga e Asia: cani da traccia che cercano animali feriti e lavoreranno quest’estate con l’unità cinofila della Polizia Provinciale.
Presidente Miozzi: “Sono molto felice di avere qui al mio fianco il Sottosegretario Francesca Martini, sempre in prima linea per quanto riguarda la lotta contro il maltrattamento dei cani e di tutti gli altri animali d’affezione. La Provincia di Verona sostiene con forza l’iniziativa della Task Force del Ministero, in quanto la considera un ulteriore strumento per contrastare i numerosi e continui gesti di inciviltà e di condotta irrispettosa degli uomini verso gli animali. Si tratta di un progetto in cui crediamo davvero molto, poiché si opera in un settore molto e difficile perchè tocca la sensibilità di tante persone. La collaborazione con le amministrazioni locali e le altre autorità territoriale deve essere un punto fondamentale, sul quale la Provincia di Verona investe molte speranze. Il territorio è sia degli umani che degli animali, pertanto bisogna vivere assieme nel miglior modo possibile. Il nostro impegno di amministratori pubblici deve considerarsi un vero e proprio obbligo. La lotta contro i maltrattamenti non si può fermare neppure durante il periodo estivo”.
Assessore Sboarina: “Quest’anno abbiamo adottato in Giunta comunale un regolamento rigidissimo a tutela e a protezione degli animali. Abbiamo dedicato ampio spazio a tale tema, in quanto negli ultimi anni il tasso di maltrattamenti è aumentato sempre di più. Abbiamo preso diversi accordi con varie associazioni di tutela dei cani e stiamo svolgendo molte campagne di sensibilizzazione destinate alle scuole. Posso anticipare oggi che ormai sono al via i lavori per la la costruzione del nuovo rifugio per cani. I tempi sono stati più lunghi del previsto e anche i finanziamenti sono risultati maggiori di quanto messo a bilancio: questo non è un dato negativo, bensì positivo, perché realizzeremo una struttura altamente tecnologica e funzionale, attenta al benessere degli animali e rispettosa dell’ambiente, oltre che inserita in un contesto piacevole e che non creerà alcun disagio ai residenti della zona.”.
Sottosegretario Martini: “Importante è sottolineare oggi che coloro che compiono reati contro gli animali, secondo la legge vigente, vengono puniti fino a un anno di reclusione e con una multa fino a 10 mila euro. Chi abbandona un cane lo condanna a morte. Infatti, su dieci animali  lasciati soli ne muoiono in media 8 o 9. Pertanto, la campagna ministeriale contro l’abbandono degli animali d’estate vuole essere il più esplicita possibile, perché si tratta di inciviltà umana. La Task Force ha provveduto a fare una corretta mappatura delle strutture adibite ad ospitare gli animali abbandonati e nel periodo estivo farà continui sopralluoghi. Il benessere dei nostri animali non deve essere trascurato: si deve agire facilitando la coscienza, aumentando la responsabilità delle persone, garantendo  una corretta educazione dei cittadini. Sono convinta che le amministrazioni locali si impegneranno con forza in questa dura battaglia contro l’abbandono, il randagismo e i canili lager. Il canile, desidero sottolinearlo, deve essere un luogo di passaggio per un cane. Sarebbe bello perciò in futuro poter parlare di parco canile, un’area che sia vivibile e in cui le condizioni igienico sanitarie siano adeguate”.

Condividi ora!