Provincia, Comune e ATV

di admin
Nuova organizzazione del trasporto scolastico extraurbano e nuove linee urbane ed extraurbane.

Stamattina, nella sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore ai Trasporti Gualtiero Mazzi ha presentato l’organizzazione del trasporto per gli studenti per l’anno scolastico 2010/2011 e le nuove linee ATV urbane ed extraurbane.  
Erano presenti: l’assessore provinciale alle Politiche per l’istruzione Marco Luciani; per l’Azienda Trasporti Verona il vicepresidente Costantino Turrini, il direttore generale Stefano Zaninelli e il tecnico Valerio Andreoli; per l’Ufficio Scolastico Territoriale Annalisa Tiberio e Laura Donà.
É stata illustrata, in particolare, la pianificazione del trasporto extraurbano per le scuole superiori. La modifica degli orari delle lezioni previsti dalla “Riforma Gelmini” ha fatto, infatti, emergere la necessità di riorganizzare i diversi istituti con un evidente allungamento degli orari di frequenza e posticipo di quelli di uscita. Per ridurre i disagi agli studenti, razionalizzare le scarse risorse a disposizione e programmare al meglio i servizi, il servizio trasporti traffico e mobilità ed il servizio istruzione della Provincia della Verona hanno organizzato congiuntamente una serie di incontri con i dirigenti scolastici di ciascun ambito e con l’Azienda Trasporti Verona (ATV) S.r.l. 
Sono stati concordati i seguenti indirizzi da fornire ai dirigenti scolastici di ciascun ambito:
per gli istituti di Legnago, Villafranca, Lago di Garda e Valpolicella: concentrare le uscite alle ore 14.00 nelle sole giornate di martedì e giovedì;
per gli istituti di Verona città: distribuire gli orari di uscita alle ore 14.00 in giorni diversi in modo da non sovraccaricare le corse di uno stesso giorno della settimana.
La società ATV, quindi, si è impegnata a garantire, in via generale, l’impianto dei servizi scolastici già offerto per lo scorso anno scolastico e si riserva di riprogrammare eventuali servizi qualora nel corso del monitoraggio che verrà effettuato nei primi giorni di esercizio si verifichino disservizi su alcune direttrici o fasce orarie.
Assessore Mazzi: “I cambiamenti degli orari di uscita da scuola e rientro pomeridiano degli studenti, a seguito della riforma Gelmini, hanno richiesto una grande riorganizzazione delle linee del trasporto studentesco urbano e provinciale. Per far fronte a questa necessità, l’assessorato ai Trasporti della Provincia, in collaborazione con  l’ATV e l’Ufficio Scolastico Territoriale già da aprile sta monitorando le necessità e le problematiche connesse al nuovo assetto scolastico. I tavoli di concertazione organizzati in questi ultimi mesi sono infatti serviti a definire al meglio i contorni di questa nuova situazione, per riuscire ad intervenire prontamente ed efficacemente sulle difficoltà che si potranno incontrare in questa prima fase di assestamento. Le risorse a nostra disposizione sono purtroppo limitate, ma è nostro impegno utilizzarle al meglio per garantire ai cittadini l’efficienza dei servizi”.
Assessore Luciani: “Sono molto soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora da Provincia, ATV e UST, perché unendo le nostre forze, stiamo riuscendo a gestire la difficile situazione di rinnovamento delle tratte del trasporto studentesco. La complessità di questa fase, che vede coinvolte 32 direzioni e 65 sedi scolastiche, e un aumento della popolazione studentesca del
1,8 % rispetto lo scorso anno, comporta la necessità di un continuo monitoraggio degli eventuali problemi che si possono presentare giornalmente affinché si possa comprendere al meglio come intervenire. Per organizzare al meglio i tempi vuoti che intercorreranno tra una corsa e l’altra, le scuole si stanno adoperando per mettere a disposizione degli studenti delle biblioteche e dei laboratori affinché i ragazzi possano riempire questo tempo con attività integrative che possano essere utili per l’attività formativa”.
Vicepresidente Turrini: “Il nostro lavoro in questi ultimi mesi è stato fortemente volto a garantire la copertura necessaria delle tratte scolastiche, considerati i grandi cambiamenti avvenuti sul fronte degli orari. Il dispiegamento dei nostri mezzi per l’inizio delle scuole sarà totale, ciò vuol dire che da lunedì 13 ci saranno in circolazione tutti i 600 autobus di cui disponiamo. La fase di monitoraggio delle nuove necessità rispetto orari e tratte proseguirà ancora per altri 30 giorni: l’inizio delle scuole sarà infatti momento di verifica per noi, per vedere se le iniziative prese finora possono essere esaurienti o se ci saranno da fare delle modifiche in itinere. Chiediamo pertanto alle famiglie di segnalare le eventuali problematiche riscontrate, così da poter intervenire subito nella risoluzione delle stesse”.
Sono state, poi, brevemente illustrate le nuove linee urbane e extraurbane attive dal 13 settembre, i nuovi collegamenti fra centro e parcheggi e il potenziamento del servizio urbano serale e festivo. I nuovi collegamenti continuativi a elevata frequenza con i principali parcheggi scambiatori riguardano le linee 12 e 13 con i parcheggi dello stadio e 21 e 22 con i parcheggi dell’ex mercato ortofrutticolo. La razionalizzazione dei collegamenti tra quartieri, centro storico e grandi punti di interesse cittadini interesserà le linee 70, 71, 72, 73, 41 e 62. Il sevizio festivo e serale sarà più capillare grazie al rinforzo delle linee e ai nuovi percorsi, mentre viene istituita una nuova linea diametrale (510) che collegherà Grezzana a Castel D’Azzano. Infine, sono stati potenziati i collegamenti verso i comuni di cintura (San Giovanni Lupatoto e Negrar) ed è stato intensificato il servizio verso Caselle di Sommacampagna (23 e 24).

Condividi ora!