Estate teatrale: bilancio stagione 2010, superati i 63 mila visitatori

di admin
Più di 47 mila spettatori al Teatro Romano nell’arco di trentatre spettacoli, con una media di 1436 spettatori a serata;

diciassette le serate con il tutto esaurito (due annullate a causa del maltempo); oltre 3 mila 500 le presenze agli spettacoli in Corte Mercato Vecchio;  più 12 mila spettatori al concerto di apertura in Arena del Verona Jazz che ha avuto per protagonista Michael Bublè, per un totale di oltre 63 mila presenze registrate dall’edizione 2010 dell’Estate Teatrale Veronese. Questo il bilancio della 62^ edizione della manifestazione, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Verona con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione del Veneto,  presentato oggi alla stampa dall’assessore alla Cultura Erminia Perbellini. Presenti il direttore artistico dell’Estate Teatrale Gianpaolo Savorelli, il responsabile Comunicazione e Relazioni esterne della Banca Popolare di Verona (main sponsor) Edoardo Bus e il vice presidente di Agsm Anna Leso. “Sono davvero numeri straordinari – commenta l’assessore Perbellini – che confermano il trend positivo delle stagioni precedenti. Il merito di questo risultato – sottolinea l’assessore – va soprattutto all’essere riusciti, in tempi di ristrettezze di bilancio, a realizzare un cartellone diversificato, basato sulla qualità e sull’ originalità di ogni spettacolo, e che ha saputo accontentare le più svariate tipologie di spettatori, tra cui numerosi giovani. L’impegno dell’Amministrazione comunale – conclude l’assessore Perbellini – è quello di proseguire su questa strada anche per l’anno prossimo, cercando di realizzare un’edizione 2011 dell’Estate Teatrale di altrettanto successo e gradimento da parte del pubblico”. Le diciassette serate di tutto esaurito, più della metà,  sono state le dodici dei Momix, le quattro delle Allegre comari di Windsor e il concerto di Corea Bollani. Tra le novità dell’Estate Teatrale 2010:  il sondaggio effettuato sugli spettatori che hanno assistito ai vari spettacoli e che ha permesso di analizzare la tipologia del pubblico (il 46 per cento degli spettatori ha un’età inferiore ai 40 anni); l’apertura della pagina di Facebook che, in meno di tre mesi, ha totalizzato quasi 800 sostenitori, diventando un canale di diffusione di anteprime, video ed immagini.

Condividi ora!